Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

Un Flash Mob contro il femminicidio per la giornata della donna

Scritto da on 7 marzo 2013 – 16:20nessun commento

Venerdì 8 marzo 2013, ore 17.30, nei locali del Sistema Bibliotecario Vibonese Flash Mob Filosofico “Il Femminicidio tra delitto, castigo e stregoneria”.

Femminicidio. Un neologismo per dire basta ad ogni forma di discriminazione e violenza posta in essere contro la donna “in quanto donna”. Perché le donne non debbano più pagare con la vita la scelta di essere se stesse, e non quello che i loro partner, gli uomini o la società vorrebbero che fossero.

Nel 2011, inItalia, sono state assassinate 137 donne, una ogni tre giorni. Un “primato” purtroppo surclassato nel 2012, con una donna uccisa ogni due giorni. In Italia una donna su tre – in una età compresa tra i 16 e i 70 – è stata vittima di violenza. il 35% delle vittime non presenta denuncia. Quasi un terzo aveva chiesto aiuto per stalking.  Non cambiano gli aguzzini: nel 70% dei casi gli autori di questi delitti sono mariti, ex fidanzati, comunque persone nella cerchia affettiva delle mura domestiche (dato che è del 15% nei casi in cui la vittima è un uomo).

E’ sul femminicidio che vuole far riflettere il Flash mob filosofico che si terrà  al Sistema Bibliotecario Vibonese, condotto da Francesca Nacci, praticante filosofa SICOF (Società ItalianaCounseling Filosofico) con la partecipazione dei ballerini Angelica Pelaggi e Nicola Lopreiato.