Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » fotografia

La Calabria nell’obiettivo di 12 fotografi alla Triennale di Milano

Scritto da on 3 dicembre 2015 – 08:08nessun commento

E’ stata inaugurata ieri e sarà visibile sino al 20 dicembre alla Illy Art Lab della Triennale di Milano la mostra The Third Island,  che sceglie come campo di indagine il territorio calabrese, all’interno  dell’Osservatorio Internazionale sulle Grandi Opere.

Progetto di ricerca documentaria, presentato per la prima volta a Monditalia 2014 della the third island 3 22324677449041538_nBiennale di Architettura di Venezia, The Third Island è il viaggio  su e giù per la Calabria attraversando città,  politica, architettura, economia, compiuto da 12 fotografi: Andrea Botto, Gaia Cambiaggi, il collettivo PanAut Collective, Marco Introini, Allegra Martin, Maurizio Montagna, Antonio Ottomanelli, Armando Perna, Filippo Romano, Marcello Ruvidotti, Francesco Stelitano e Giulia Ticozzi. 

L’occasione: il 50mo anniversario dell’avvio dei lavori per il tronco A3 Salerno-Reggio Calabria (1965) e il 20mo anniversario dell’apertura del Porto di Gioia Tauro (1995), che hanno calamitato progetti e speranze di rilancio economico e sociale della “terza isola”, lontana da Dio e dal resto d’Italia, così come dall’agenda politica e dalle rotte dei principali attori dei mercati nazionali e internazionali.

Capitanato da Antonio Ottomanelli, barese, curatore dell’Osservatorio, il progetto comprende un confronto multidisciplinare con amministratori, ricercatori, intellettuali e una grande campagna fotografica collettiva che ripercorre, attraverso le immagini, testimonianze, storie e paesaggi, con l’intenzione di creare un grande archivio di materiali che raccontino la storia del Sud, affidando alla fotografia il suo ruolo di strumento di indagine e di confronto sulla realtà.

Il progetto raccoglie i complessi esiti di questa indagine visiva, per restituire un ritratto nuovo e the third island 20_5235455700363095786_nsensibile del territorio calabrese, a partire da tutto ciò che è nato attorno alle Grandi Opere, che spesso resta fuori dall’immaginario collettivo, alimentato dalla cronaca giornalistica, nel quotidiano colloquio con il paesaggio antropologico, storico, culturale.

La mostra è strutturata su due livelli. Un livello orizzontale, seguirà il carattere narrativo del libro. Le immagini potranno scorrere su due diversi binari, due piani temporali. L’osservatore potrà interagire con l’opera, guidando la sua lettura tra immagini originali, materiale d’archivio ed approfondimenti scritti. Il secondo livello è parietale e prevede l’esposizione di immagini fotografiche che costituiscano dei momenti di svolta e di destabilizzazione della linearità del racconto.

Durante la mostra sarà distribuito il libro O I G O N1 The Third Island, edito da Planar Books. Il libro raccoglie in maniera ampia e completa risultati del primo anno di attività dell’Osservatorio, e la sua natura interdisciplinare rende questa opera un rarissimo e prezioso ibrido, capace di dialogare con il mondo dell’arte, della tecnica e della società civile.

Info su http://www.thethirdisland.com/index.php