Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Itinerari e Vacanze

Un Laboratorio per conoscere il Reventino, terra di fate e di briganti

Scritto da on 22 aprile 2016 – 08:07nessun commento

C’è un posto in Calabria dove i monti si affacciano sull’istmo tra lo Ionio e il Tirreno, dove domina la pietra verde, le acque di fiumi e torrenti scorrono tra antichi mulini ad acqua e i resti delle abbazie cistercensi, tra le felci puoi ancora avvertire il respiro lieve delle fate e l’odore acre della polvere da sparo usata dai briganti. Siamo sul Reventino, il massiccio montuoso dai mille colori e dall’ecosistema unico nel suo genere, che si apparenta più alle Alpi che all’Appennino e che ha dato materiale a iosa a poeti come Franco Costabile, Michele Pane, Vittorio Butera come all’immaginario popolare.

 

Qui si apre domenica 24 aprile la stagione escursionistica 2016 di Reventino Trekking Lab, il primo laboratorio itinerante per l’esplorazione e la mappatura partecipata di vecchi e nuovi sentieri nell’area, con un’uscita alla scoperta della valle del torrente Piazza.

46Un percorso di 9 km lungo il sentiero dei mugnai fino alle cascate della Tiglia sul versante sud del Reventino con partenza alle ore 9 al Parco Felice Mastroianni a Lamezia Terme (Cz). Non solo trekking per il debutto del Trekking Lab perché ad accompagnare i partecipanti sarà anche il collettivo lametino Manifest, che proporrà una riflessione sul senso e la memoria dei luoghi. L’escursione prevede la visita ai mulini in pietra nella zona Paradomita, tra fiumi e torrenti, lungo un percorso panoramico che porta alle due cascate della zona di Platania (Cz).

Attenzione e tutela del territorio e del suo immenso patrimonio, naturale, storico, culturale, sono le parole d’ordine del gruppo di volontari che inaugura la seconda edizione del laboratorio con un ciclo di 10 uscite che fino al prossimo autunno andranno ad arricchire la conoscenza di quest’area tra il Tirreno e l’altopiano Silano, che si estende dal Monte Mancuso al Monte Tiriolo, e dalle valli superiori del Corace e dell’Amato. Non solo escursioni, ma un progetto complesso che intende, intanto, riportare gli abitanti al loro territorio attraverso l’esplorazione e la più approfondita conoscenza dei luoghi.

Una conoscenza condivisa, che si nutre dei contributi dei partecipanti, grazie a macchina fotografica, Ph_Marcello_BilottiGopro, video, GPS, taccuino. Un modo diverso di raccontare il territorio, che unisce l’aspetto naturalistico alla storia locale, alle leggende e ai ricordi dei viaggiatori che diventano gli autori di un racconto nuovo.

Ogni laboratorio produrrà in modo partecipato una mappa cartacea e digitale del percorso, insieme a video e album fotografici. L’obiettivo è di promuovere attività outdoor come trekking, mountain bike e climbing, e valorizzare le bellezze di un’area ancora poco conosciuta, eppure bellissima. Reventino trekking Lab è il primo dei laboratori attivati nell’ambito del progetto Discovering Reventino, un ampio contenitore di progetti di valorizzazione, esplorazione e conoscenza partecipativa dell’area del Reventino e delle sue meraviglie ambientali, culturali e paesaggistiche.

Ph_Antonello_CheccoIn appena un anno di attività, il gruppo di lavoro del Reventino Trekking Lab, fatto di associazioni, appassionati della montagna e cittadini, ha condotto oltre 300 persone provenienti da tutta la regione alla scoperta di questa zona, ha realizzato un workshop di climbing e mappato 5 sentieri: “Il cuore verde del Reventino” a Platania, “Sulle tracce dei Briganti” a Bianchi, “Le vie delle acque cistercensi” a Carlopoli, Area Sic “Boschi di Decollatura” e Area Sic Monte Condrò/Faggeta a Serrastretta.

 

 

Per info e prenotazioni: discoveringreventino@gmail.com

Tel. +39 3933389598/3338047729.