Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Libri

“Inseguendo un sogno rosa”, presentato a Milano il libro del cronista calabrese Pasquale Golia

Scritto da on 20 ottobre 2011 – 10:42nessun commento

Inseguendo un sogno rosa è il racconto del ciclismo attraverso gli occhi e la penna di un giovane cronista calabrese, Pasquale Golia, che nel suo secondo libro  – pubblicato per i tipi della casa editrice “EDIZIONI la rondine” di Catanzaro – ha voluto rendere omaggio ad una festa, un rituale, una corsa, uno spettacolo sportivo ma anche sociale, quello del Giro d’Italia, che si consuma oramai da centodue anni. Un evento popolare che ha accompagnato l’Italia nelle gioie, ma anche nei momenti difficili delle due guerre, svelando un’immagine spesso sconosciuta del nostro Paese. Nella sua attività da cronista Golia ha raccontato tre Giri d’Italia, un Tour de France, due Giri di Calabria e tutte le grandi classiche del ciclismo professionistico con grande enfasi e voglia di emozionare il lettore.

Michele Acquarone (RCS Sport/ Giro d'Italia) e Pasquale Golia

Il volume  è stato presentato in anteprima nazionale venerdì 14 ottobre presso il Centro Convegni della Regione Lombardia alla presenza dell’autore, del giornalista de “La Gazzetta dello Sport” Marco Pastonesi, autore della prefazione del libro, dell’ufficio stampa ciclismo di Rcs Sport – La Gazzetta dello Sport, Matteo Cavazzuti; del direttore generale del Giro d’Italia e di Rcs Sport –La Gazzetta dello Sport, Michele Acquarone; del responsabile relazioni esterne per Rcs Sport, Stefano Diciatteo.

La presentazione ha aperto, di fatto, una due giorni importantissima per il ciclismo internazionale: il 15 ottobre il “Giro di Lombardia” ha chiuso la stagione agonistica del World Tour, mentre il giorno successivo si è alzato il sipario sull’edizione 2012 del Giro d’Italia i cui dettagli sono stati ufficialmente illustrati sempre a Milano.

«Raccontare il Giro d’Italia ha rappresentato un mio grande sogno – commenta Pasquale Golia – inseguito sin da bambino: quello di far parte, un giorno, di questa splendida carovana. Un’idea “rosa” accarezzata quando avevo appena quattordici anni. Ricordo ancora quelle immagini di Marco Pantani a braccia alzate a Merano e poi sull’Aprica. Era fine maggio del 1994, davanti alla tv rimasi fulminato da quel campione, da quello sport di fatica e passione. Fu amore a prima vista, da allora il Giro d’Italia fu sempre nei miei pensieri».

“Inseguendo un sogno” è un intreccio di emozioni spalmate in quattro capitoli ricchi di curiosità, testimonianze, cronache di tappa che fanno del Giro d’Italia un avvenimento unico. Dal dominio del “pistolero” Contador alla vittoria di Kiryenka dopo 220 km di fuga, l’autore insegue il suo sogno rosa per ventuno giorni. Perché il Giro è di tutti: di chi lo corre, di chi lo vede passare e anche di chi lo racconta. Per tre settimane un intero Paese indossa la maglia rosa. Ogni tappa ripercorre la storia della Nazione. Da Reggio Emilia, la città che ha sventolato per la prima volta il tricolore, al Santuario di Montevergine dove i benedettini protessero la Sacra Sindone da Hitler. Anche questo è il Giro. Il libro è dedicato proprio a Wouter Weylandt, il giovane corridore belga – scrive l’autore Pasquale Golia –  «che, pagando con la vita al Giro d’Italia 2011 la sua passione per il ciclismo, ci ha mostrato come questo sport assomigli molto alla esistenza di ognuno di noi. Gioie e dolori, sorrisi e lacrime, sudore e fatica, rendono il ciclismo una scuola di vita infallibile per ciascuno di noi».