Primo Piano »

Dal fumetto criminale a quello sociale, arriva a Cosenza il Festival del Paesaggio

18 settembre 2017 – 10:26 |

Il prossimo week end, dal 22 al 24 settembre, torna il fumetto a Cosenza al Festival del Fumetto Le Strade del Paesaggio, diventato uno degli spazi più interessanti dedicati al fumetto e al suo universo. Promossa da Cluster con la …

Leggi tutto »
Home » Itinerari e Vacanze, Libri, Primo Piano

A Tropea un Porto sicuro per i libri

Scritto da on 12 luglio 2011 – 19:23nessun commento

A cosa serve un Premio Letterario in una Regione con il più basso indice di lettori in Italia? A promuovere la lettura come fondamentale strumento dello sviluppo umano e del sapere e ad innalzare, almeno per tre giornate, il livello della discussione nello spazio pubblico calabrese.

La formula è semplice e nello stesso tempo originale: per far crescere il numero di lettori si parte dai 409 primi cittadini calabresi. Il risultato dei voti dei sindaci viene poi sommato a quello dei 41 membri della giuria popolare, “una rappresentanza della società civile” come li ha definiti nel corso della conferenza stampa Pasqualino Pandullo, presidente dell’Accademia degli Affaticati promotrice del Premio Tropea, che decretano il vincitore assoluto del premio.

Dal 21 al 24 luglio nella nuova cornice del teatro del Porto di Tropea, Pasqualino Pandullo e Livia Blasi condurranno tre serate per parlare con gli autori finalisti: Giancarlo De Cataldo (I Traditori, Einaudi), Marta Morazzoni (La nota segreta, Longanesi) e Donatella di Pietrantonio (Mia madre è un fiume, Elliot).

Come sottolineato dalla organizzatrice del Premio, Maria Faragò, durante la conferenza di presentazione degli obiettivi e dei prestigiosi ospiti del Premio: «per i premi letterari sono tempi di traslochi e anche per il “Tropea” si è trattato di un piccolo trasloco». Un nuovo luogo, il Porto, cui corrisponde anche un nuovo sguardo per affermare l’adempimento di uno dei dettami portanti del Premio stesso: la valorizzazione territoriale. In tal modo si unisce cultura e turismo, una fusione virtuosa che produce cambiamento sociale e ricaduta economica.

Quest’anno oltre alla prestigiosa presenza della presidente della giuria tecnico-scientifica Isabella Bossi Fedrigotti, si alterneranno sul palco del Porto di Tropea, l’editorialista del Corriere della Sera e scrittore Gian Antonio Stella, il direttore di Radio 3 Marino Sinibaldi, il regista e sceneggiatore Marco Falaguasta, gli scrittori Mauro Francesco Minervino (il suo ultimo libro Statale 18 è pubblicato da Fandango Libri), e ancora Santo Gioffrè, Aldo Pecora e l’autore del noir sardo Luciano Marroce e il vincitore dello scorso anno Mattia Signorini.

Gian Antonio Stella ha pubblicato nel 2007 il libro “La casta”, scritto con Sergio Rizzo, che con oltre 1.200.000 di copie vendute e ben 22 edizioni è stato uno dei libri di maggior successo di quell’anno e più recentemente Vandali. L’assalto alle bellezze d’Italia (con Sergio Rizzo) – Rizzoli. Nel 2011 ha dedicato molti articoli alla Calabria che hanno suscitato polemiche anche di recente.

Marino Sinibaldi è dal 2009 direttore di Radio 3, la radio Rai dedicata alla cultura, dove ha ideato e condotto per diverse edizioni il programma pomeridiano dedicato ai libri e all’incontro con gli autori, Fahrenheit.

Appuntamento al Porto di Tropea dalle ore 20 il 22, 23 e 24 luglio.