Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Libri

A Vibo Valentia presentazione del libro “Strozzateci Tutti”

Scritto da on 4 maggio 2011 – 06:08nessun commento

L’ Associazione Libera presenta Vibo Valentia  nella sede del Sistema Bibliotecario Vibonese il 7 maggio 2011 alle ore 18:00 il libro “Strozzateci Tutti” (Aliberti).

Si tratta di un  volume collettivo che riunisce scritti di 23 autori diversi, con la prefazione di Marco Travaglio, che evidenzia che il titolo, piuttosto provocatorio, è stato ispirato dalla frase,  pronunciata da Berlusconi durante un pubblico discorso tenuto il 28 novembre 2009 ad Olbia, <se trovo chi ha fatto le nove serie de “La Piovra” e chi scrive libri sulla mafia che vanno in giro per il mondo a farci fare una bella figura, giuro che lo strozzo> .

La domanda che si pongono gli autori è perché nessuno dei giornalisti presenti commentò nei giorni seguenti quella frase, per approfondire il tema della responsabilità civile dei giornalisti e dei cronisti continuamente sotto pressione a causa delle denuncie e delle querele usate spesso in funzione intimidatoria e vessatoria.

Esiste o no il diritto di cronaca, il diritto di sapere e libertà di sapere, di esprimere il proprio pensiero senza condizionamenti e prevaricazioni in Italia quando si parla del fenomeno delle mafie e della criminalità (sempre più) organizzata?

La forza del libro risiede nella pluralità dei punti di vista,  proposti da psichiatri, giornalisti, psicologi, storici, giornalisti, operatori del sociale che consentono una visione globale del fenomeno.

Oltre a due degli autori, Francesca Viscone e Giovanni Abbagnato, saranno  presenti l’onorevole Angela Napoli, membro della Commissione Parlamentare di Inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali,  nonchè Alessandro Morelli ed Andrea Porciello, rispettivamente ricercatori per la cattedra di Diritto Costituzionale e Filosofia del Diritto presso l’Università Magna Graecia di Catanzaro.