Primo Piano »

Arrivederci a presto!

3 aprile 2018 – 09:39 |

Cari amici e amiche, il nostro sito sospende le pubblicazioni.
 
Share

Leggi tutto »
Home » Libri, Video

Charles Dickens, 200 anni ma non li dimostra

Scritto da on 9 maggio 2012 – 07:43nessun commento

Giovedì 17 maggio 2012, alle ore 10.30, a Cosenza, nella sala Giacomantonio della Biblioteca Nazionale Universitaria Cosenza, con un convegno e una mostra bibliografica, L’infanzia conosciuta e narrata da Dickens, si celebra, nel bicentenario della nascita (1812 – 2012), Charles Dickens.

Il grande scrittore inglese è noto come autore di autentici capolavori della letteratura di ogni tempo, letti e riletti da intere generazioni di lettori, piccoli e non, come David Copperfield, Il circolo Pickwick, Le avventure di Oliver Twist, La piccola Dorrit, Canto di Natale, Impressioni italiane (reportage del viaggio in Italia), in cui racconta i mali, il cinismo e l’ipocrisia della società inglese del XIX secolo, nel pieno della prima rivoluzione industriale, pesantemente segnata dal gap sociale, da una criminalità radicata e dallo sfruttamento del lavoro di donne e bambini.

Una macchina romanzesca che Kafka definì inarrivabile per la geometricità della costruzione, l’uso attento dei diversi stilemi e dei bruschi cambiamenti di registro, sino all’irrompere dell’elemento fantastico nel tranquillo andamento del quotidiano, dietro il quale si celano sempre ombre minacciose.

http://www.youtube.com/watch?v=4oMGX1noJZk

Parteciperanno all’iniziativa, il giornalista Silvio Rubens Vivone, Elvira Graziani, direttrice della Biblioteca Nazionale Universitaria Cosenza; Maria Francesca Corigliano, assessore alla cultura provincia di Cosenza; Luigi Troccoli, provveditore agli studi di Cosenza; Rita Fiordalisi, responsabile Mediateca della Biblioteca Nazionale Universitaria Cosenza; Enrico Marchianò, presidente club Unesco Cosenza; Giusy Ruffolo, assistente sociale; Riccardo del Sordo, esperto di letteratura per l’infanzia e il poeta cosentino Ciccio De Rose che leggerà alcuni passi tratti dalle opere di Dickens.

<<La manifestazione – afferma Rita Fiordalisi – vuole porre l’accento sul valore attuale di quella letteratura sociale dell’Ottocento inglese che ha evidenziato il disagio sociale minorile caratteristico dell’epoca vittoriana e che si percepisce ancora attuale nel ventunesimo secolo facendo un parallelo tra i personaggi dei romanzi: David Copperfield, Oliver Twist e la gioventù contemporanea sfruttata e umiliata>>.

A latere dell’incontro una esposizione bibliografica,L’infanzia conosciuta e narrata da Dickens, corredata da disegni realizzati dai ragazzi dell’Istituto Divina Provvidenza di Cosenza, che rimarrà aperta al pubblico fino al 26 maggio 2012.