Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Libri

Le Fate italiane vince il concorso letterario Le collane di Med

Scritto da on 11 maggio 2011 – 18:08nessun commento

Francesco Severini con Le Fate italiane vince l’ottava edizione di Le collane di Med, il concorso bandito da MEDiterranean MEDIA, Associazione Internazionale delle Donne per la Comunicazione.

Il volume, che sarà presentato al prossimo Salone del Libro di Torino, raccoglie fiabe, immagini, suoni, scanditi da 18 dipinti dell’artista umbro, protagoniste indiscusse le donne.

18 come le stanze in cui sono ospitate le fate, 18 come i capitoli che raccolgono i testi di altrettanti famose scrittrici, da Anna Banti a Dacia Maraini, Grazia Deledda, Elsa Morante.

<<Non è stato facile – scrive Severini nell’Introduzione al volume- pensare ad un progetto che fosse al tempo stesso un omaggio alla donna, per ognuna delle sue facce di vivida luminosità di cui è espressione, e per i suoi ruoli nell’arte, spesso negletti, non soltanto (maggiormente, anzi) in quelli che sembrano essere tempi a noi remoti.
Le figure femminili che nei secoli hanno attraversato la storia delle arti – dalla pittura alla musica, alla letteratura e alla poesia – sono state per vari motivi occultate, snobbate, osteggiate, derise, trascurate fino ad essere dimenticate. Forse perché ognuna di esse, forte di una peculiare passionalità, per sua natura sapeva trasferire all’arte emozioni nude, senza il filtro della razionalità maschile, invadendo in tal modo apparati mentali e schematici; o piuttosto per la capacità di segnare un tempo (il tempo) di rimandi abituali, di quotidianità, in fondo di cose semplici. Come il fatto di scrivere le fiabe, ovvero l’anelito al fantastico, quale mezzo pacato di contestazione d’una propria, evidente realtà, ma soprattutto di infrazione delle coscienze>>.

Intanto MEDiterranean MEDIA ha bandito la nona edizione del concorso letterario sul tema – del tutto ricorrente in questo periodo- de “Le donne nell’Unità d’Italia, una storia tutta da scrivere”.

L’obiettivo è quello di guardare la Storia dal punto di vista delle donne, ricostruendone il prezioso ma spesso sconosciuto contributo al Risorgimento, al di là della cerchia di personaggi noti come Cristina di Belgioioso, Anita Garibaldi,  Giulia Beccaria.

Si vuole far emergere la storia di tutte quelle donne –e sono tante- che hanno dato un apporto fondamentale alla costruzione di un paese unito nella diversità, storie a volte ancora vive nell’immaginario popolare, perché hanno sfiorato la leggenda, o sepolte in archivi polverosi o nelle vecchie carte di famiglia.

Chi vuol partecipare può far pervenire la propria proposta entro l’8 dicembre 2011 a

MEDiterranean MEDIA, Viale dei Giardini, 4, 87036 Rende (Cs)

Info  info@medmedia.org