Primo Piano »

Arrivederci a presto!

3 aprile 2018 – 09:39 |

Cari amici e amiche, il nostro sito sospende le pubblicazioni.
 
Share

Leggi tutto »
Home » Arte, attualità, Enogastronomia, Libri

Libri: Cake, come la cucina e l’arte possono superare le barriere

Scritto da on 10 aprile 2014 – 08:42nessun commento

Venerdì 11 aprile ore 19.00 ao Spazio Culturale Nonsense di Reggio Calabria all’interno della rassegna AltResisTenzE  propone Cake. La cultura del dessert tra cultura araba e occidente, un libro curato da Manuela De Leonardis (Ed. Postcart) che è anche un progetto no-profit.

 

beatrice catanzaro_cakeUn testo a metà strada tra arte e cucina, che fa dialogare ricette gastronomiche con le opere di diciannove artisti di diversa nazionalità  – Hassan Al-Meer, Paolo Angelosanto, Yto Barrada, Beatrice Catanzaro, Maimuna Feroze-Nana, Parastou Forouhar, Maïmouna Patrizia Guerresi, Susan Harbage Page, Reiko Hiramatsu, Uttam Kumar Karmaker, Silvia Levenson, Loredana Longo, MAD_Angela Ferrara e Dino Lorusso, Şükran Moral, Ketna Patel, Pushpamala N., Anton Roca, Jack Sal, Larissa Sansour –e le installazioni artistiche di Luigi Scopelliti, artigiano e artista reggino

 

Un viaggio colto tra sapori, odori, colori e forme, tra Oriente e Occidente, in un percorso corale  che richiama a sua volta l’esperienza delle donne di Nablus che, sotto la direzione di Fatima Khaddoumi e delle italiane Cristina Bottigella e Beatrice Catanzaro, hanno dato vita alla Bait al Karama Cookery School, la prima scuola internazionale di cucina Palestinese e al primo Convivio Slow Food in Palestina. 

 

Cake, infatti, è anche un progetto no-profit, il cui ricavato andrà a Bait al Karama, che intende combinare un’impresa sociale che promuove la cultura culinaria palestinese con l’attività di ricerca artistica e storico-culinaria, nell’intento di creare posti di lavoro per le donne che vivono nella Città Vecchia di Nablus e di far sì che questo viaggio attraverso la cucina e l’arte possa contribuire a superare barriere visibili e invisibili.

 

L’idea di Cake nasce dall’acquisto di un vecchio quaderno, in un “charity shop” di Kensington High Street, a Londra, nel maggio 2012. Su questo quaderno con l’inchiostro azzurro sono scritte meticolosamente, in arabo e francese oltre sessanta ricette di dolci. Oriente e occidente – mediati dall’azzurro del Mediterraneo – si rafforzano nelle pagine di questo manoscritto di cui non conosciamo la provenienza. (Una) voce femminile, che da singola diventa corale nel momento in cui traccia una mappatura di ricette trasmesse da altre donne (sorelle, mamme, zie, cugine, amiche o conoscenti)…

 

Manuela De Leonardis è storico e critico d’arte e scrive dal 2004 di arti visive su il Manifesto/Alias e Exibart. Dal 2009 è redattore di art a part of cult(ure). Con Postcart (collana postwords) oltre a Cake, ha pubblicato anche A tu per tu con i grandi fotografi.

cake2

La rassegna AltResisTenzE collega la riflessione sul concetto di resistenza nelle sue varie declinazioni con la ricerca e la valorizzazione di altre esperienze di resistenza, presentando pratiche sul territorio e progetti artistici, strumenti di decifrazione e di analisi della nostra realtà.

 

Si può accedere dietro prenotazione attraverso email: info@nonsense.biz