Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Libri

Libri:Ettore Castagna presenta “Sangue ed onore in digitale”

Scritto da on 5 gennaio 2011 – 03:18nessun commento

Venerdì 7 gennaio 2011, h.17.30,  a S.Andrea dello Ionio (CZ), Sala Convegni A. Tortorelli.

L’Associazione Culturale “I PIGNATARI”, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di S.Andrea dello  Jonio  (CZ) propone l’ultima fatica letteraria dell’antropologo ed etno-musicologo catanzarese Ettore Castagna, Sangue e onore in digitale. Rappresentazione e auto rappresentazione della ‘ndrangheta (Rubbettino, 2010).

Una ricostruzione a 360° di un tema complesso ed ancora poco investigato: l’immagine della ‘ndrangheta. Castagna  lo analizza sotto una duplice visuale. Nella prima parte del libro indaga l’immagine della ‘ndrangheta all’interno della stessa ‘ndrangheta: il suo rapporto controverso e ricco di linee d’ombra col mondo popolare, con la radice storica di questo mondo, con la nostalgia del mondo contadino scomparso che pare trovare oggi nella mafia calabrese uno spazio privilegiato ed eccezionale. Nella seconda parte viene invece analizzata l’immagine della ‘ndrangheta fuori della ‘ndrangheta. Qui il panorama si fraziona e si articola secondo le modalità più disparate individuando piste di ricerca nel mercato musicale, nel mondo turistico e del souvenir, nel cinema, nel web.

Ne discutono con l’autore del libro Gerardo Frustaci,  Sindaco di Sant’Andrea, l’avv. Tommaso Scalzi, Vice-Procuratore  Onorario presso la Procura della Repubblica di Catanzaro, Francesco Ranieri, giornalista della Gazzetta del Sud, l’ on. Giuseppe Soriero,  Assessore all’Urbanistica del  Comune di Catanzaro, l’on. Mario   Caligiuri, Assessore regionale alla Cultura .