Primo Piano »

Pietro Grasso inaugura il Tropea Festival L&S. Il programma

9 ottobre 2017 – 13:19 |

“Caro Giovanni, scriverti non è facile, mettere ordine nei tanti pensieri e nelle innumerevoli cose che ho da dirti. C’è quel lieve imbarazzo tipico di quando due vecchi amici, abituati a condividere la quotidianità, fatta di cose grandi e piccole, …

Leggi tutto »
Home » Libri

Premio Berto 2016: i cinque finalisti

Scritto da on 2 luglio 2016 – 09:43nessun commento
Italia, terra di santi, navigatori e … premi letterari. Centinaia di riconoscimenti, noti e meno noti, alla poesia, alla saggistica e alla letteratura inedita, femminile, religiosa e via di questo passo, che dilagano da Nord a Sud . Così, mentre l’attenzione si catalizza in questi giorni sulla proclamazione del vincitore dello Strega, torna a Ricadi (VV)  sabato 2 luglio 2016, alle ore 19.00, nella nella “Casa Berto”, il Premio Letterario Giuseppe Berto.

Nato nel 1988 su iniziativa di un gruppo di amici ed estimatori, tra critici illustri come giuseppebertoGiancarlo Vigorelli, Michel David, Cesare De Michelis, e scrittori come Dante Troisi e Gaetano Tumiati, per ricordare e riproporre il nome e l’opera di uno scrittore che, nonostante i  grandi successi, è stato troppo spesso trascurato da una certa critica ufficiale a causa del suo  anticonformismo. Il Premio ha portato all’attenzione del grande pubblico in questi anni autori come Giuseppe Lupo, Antonia Arslan, Francesco Piccolo, Helena Janeczek, sicuramente tra i più interessanti della generazione dei quarantenni.
L’edizione numero XXIV del Premio Letterario registra il ritorno di uno dei più importanti premi letterari italiani a Capo Vaticano-Ricadi, dove Giuseppe Berto, nativo di Mogliano Veneto, visse gran parte degli ultimi anni della sua vita e dov’è tuttora sepolto.
Il Premio, promosso dal Sistema Bibliotecario Vibonese,  in collaborazione con l’Associazione culturale Giuseppe Berto, con il Patrocinio del Comune di Mogliano Veneto e il contributo della CGIA di Mestre, main sponsor, e del Colorificio San Marco, ha visto anche quest’anno una nutrita partecipazione di opere di narrativa.
La rosa dei finalisti, resa nota lo scorso 11 giugno vede contendersi l’ambito riconoscimento tra Sergio Baratto, con La Steppa, Mondadori, Giovanni Fiorina, con Masnago, Marsilio Editori, Mauro Garofalo, con Alla fine di ogni cosa, Frassinelli; Cristian Mannu, con Maria di Isili, Giunti Editore, Mimmo Rando, con Omero al faro, Rubbettino Editore. 
PREMIO-BERTO-2016-LA-CINQUINA-DEI-FINALISTI-COPERTINE
Una scelta che non sarà semplice per la Giuria, presieduta da Antonio D’Orrico (critico e giornalista del Corriere della Sera), che comprende dal 2016 anche Nicola Fiorita (Università della Calabria e scrittore) e Mimmo Gangemi (scrittore calabrese) che si sono uniti a Cristina Benussi (Università di Trieste), Enza Del Tedesco (Università di Trieste), Giuseppe Lupo (Università Cattolica di Milano e scrittore), Laura Pariani (scrittrice), Stefano Salis (critico e giornalista del Sole 24 Ore) e Alessandro Zaccuri (critico, scrittore e giornalista dell’Avvenire).