Primo Piano »

Dal fumetto criminale a quello sociale, arriva a Cosenza il Festival del Paesaggio

18 settembre 2017 – 10:26 |

Il prossimo week end, dal 22 al 24 settembre, torna il fumetto a Cosenza al Festival del Fumetto Le Strade del Paesaggio, diventato uno degli spazi più interessanti dedicati al fumetto e al suo universo. Promossa da Cluster con la …

Leggi tutto »
Home » Libri, Primo Piano

Premio Tropea : elogio della radio e della lettura

Scritto da on 23 luglio 2011 – 16:12nessun commento

Successo di pubblico per la prima serata del Premio letterario Tropea nella nuova affascinante cornice del teatro del Porto: i tre autori finalisti – Giancarlo De Cataldo, con I traditori (Einaudi), Donatella Di Pietrantonio con Mia madre è un fiume (Elliot) e Marta Morazzoni con La nota segreta (Longanesi) – ospiti fissi delle tre serate, hanno aperto la kermesse parlando delle loro opere con i due conduttori Pasqualino Pandullo, presidente dell’associazione promotrice del premio “Accademia degli affaticati”, e Livia Blasi giornalista Rai.

Ogni libro è stato corredato da un contributo filmato – prodotto dalla coordinatrice del premio Maria Faragò, la cui regia è stata affidata a Massimiliano Ferraina, realizzato con Michele Flocco e  la voce narrante di Emanuela Bianchi – pertanto il pubblico affluito al Teatro del Porto è stato accompagnato tra le pagine dei tre libri anche visivamente.

La presidente della giuria tecnico-scientifica, scrittrice e firma del Corriere della Sera, Isabella Bossi Fedrigotti, si è espressa sull’importanza della lettura come  obiettivo primario del “Tropea” e si è dichiarata felicissima di esserne la presidente ora che ha tagliato il traguardo della quinta edizione.

Il vincitore-rivelazione della scorsa edizione Mattia Signorini ha evidenziato come dal Premio Tropea in poi gli si siano spalancate numerose porte e ha rivelato proprio sul palco del Tropea” di aver concluso da pochissimi giorni il suo nuovo libro di prossima pubblicazione.

Marino Sinibaldi, direttore di Radio3 Rai, nel suo intervento ha sottolineato l’analogia esistente tra la radio e la lettura: ascoltare o leggere richiede un’attenzione e un’immaginazione che certamente il mezzo visivo non possiede. Ne ha evidenziato oltretutto la “plasticità” in quanto entra nelle vite degli ascoltatori mentre sono impegnati a vivere la loro vita. Si è dichiarato soddisfatto oltretutto perché da una ricerca del Censis è risultato un incremento negli ascolti radiofonici.

Questa sera dalle ore 20 largo spazio alla presentazione dei libri di Luciano Marrocu Farouk (Baldini Castoldi Dalai), Domenico Nunnari La lunga notte della rivolta (Laruffa) Antonio Pugliese Pet therapy (Siciliano editore) Fulvia Gambaro Il mistero dei Rasna (AliceBook) Gianfranco Valenti Cose dell’altro mondo (Rai- Eri/Infinito)  Marilù Simoneschi Era santo era uomo (Mondadori, Arcangelo Badolati Stragi, Delitti, Misteri (Pellegrini editore),  Filippo Rosace Il vigneto del presente (Città del sole) , Domenico Sorace La musica degli invisibili (Apoikia), Paola Bottero ’Ndranghetown (Agenzia X).