Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Cinema, Libri, Musica

Sotto il cielo stellato di Ricadi dieci incontri a Casa Berto

Scritto da on 19 luglio 2016 – 08:08nessun commento

Hemingway  lesse il  Il cielo è rosso e ne tessè publiche lodi. Sono gli anni del secondo dopoguerra, Giuseppe Berto è  prigioniero in un campo di prigionia del Texas, dove inizia a leggere Hemingway, Dos Passos, Faulkner e dove inizia a scrivere quel libro di qualche centinaia di pagine che acquista visibilità internazionale, grazie anche all’endorsement dello scrittore americano. Una coincidenza che si ripeterà ancora, in seguito, quando Moravia  stronca senza appello Hemingway e Berto, per ripicca, si fa crescere la barba. A 100 anni dalla nascita dello scrittore di Mogliano Veneto, torna a Ricadi (VV),

insieme al Premio che gli è stato dedicato, anche un ciclo di eventi sotto le stelle, ospitati giuseppe-berto-scrittore-2nella casa in cui Giuseppe Berto visse l’ultima parte della sua vita. Dal 19 luglio infatti parte Estate a Casa Berto, una decina di appuntamenti con il cinema d’autore, da Rossellini a Fellini e Pasolini, un rassegna curata da Enrico Ghezzi, oltre a presentazioni di libri,  incontri, degustazioni.  Tra gli ospiti ci sono tra gli altri Paolo Mieli, Nicola Gratteri, Ricky Tognazzi, Simona Izzo, Maurizio De Giovanni.

L’iniziativa, voluta dalla figlia di Giuseppe, Antonia, e dal Sistema Bibliotecario Vibonese, coinvolge nella direzione artistica anche  Jo Lattari e Marco Mottolese, vuole riproporre al pubblico alcuni dei film più belli del dopoguerra e, attraverso di essi, un periodo significativo della nostra storia, messo a confronto con il nostro presente, insieme a suggerimenti, segreti, trucchi della scrittura per il cinema (Berto è stato anche sceneggiatore).casa berto

Ma soprattutto, intende offrire ai visitatori l’occasione per conoscere meglio uno dei più grandi scrittori italiani del XX secolo e quel rifugio di pietre costruito con le proprie mani sul promontorio di Capo Vaticano, un posto da cui guardare l’ “isola degli aranci”, la Sicilia, irraggiungibile terra promessa, un posto che

potrebbe andar bene come luogo della mia vita e della mia morte”.

Ingresso su abbonamento.

Info https://www.facebook.com/events/1099595833434670/