Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » media

Le strade del web sono infinite. Parola di Pancio

Scritto da on 22 novembre 2015 – 20:51nessun commento

Appena pochi anni fà  la nascita e l’evoluzione di una star si giocavano dietro uno schermo cinematografico o dalle colonne dei giornali o dai palchi dei teatri o di un megaraduno rock. Oggi è il web a condurre il gioco. Senza il web non sei nessuno. Deve averla pensata così anche Andrea Panciroli, alias Pancio, calabrese della Piana, barista di professione, comico e cantante per passione, che ha deciso lo scorso anno di sbarcare sul web e, detto fatto, ha iniziato a totalizzare migliaia di cliccaggi.

In poco tempo ha riunito sulla pagina Facebook oltre un milione di persone e riversato sul suo canale You Tube un video dopo l’altro, ottenendo milioni di visualizzazioni in tutto il mondo. Di lui si accorgono anche due colossi dei video virali come The LAD Bible e The Best Vines e il nostro conquista anche gli USA.  Ora ha deciso di tentare pure la strada della televisione  con un Pancioprogramma tutto, suo su Hip Hop Tv, che, manco a dirlo, si chiama Pancio Show.

Pancio colpisce per il suo linguaggio semplice e diretto, l’ ironia e lo sguardo spietato e irriverente, spesso avviato a ruota libera, con i quali, tra parodia e sit com,  ritrae  scene di vita quotidiana, miti e mitologie dell’italiano medio.

Ma è nel corpo a corpo con i video virali che Andrea riesce forse ad esprimersi al meglio nel raccontare nevrosi, paranoie, paure, e una enorme solitudine. Quadretti surreali, tra sarcasmo e nonsense, facendo slalom tra le miserie umane. Sketch in cui la gente si rispecchia.

Lui dice di amare il rock e i Rolling Stones, ma non disdegna il mondo hip hop e la comicità di Checco Zalone e di Maccio Capotonda. Guardando naturalmente alle nuove star del web. Che permette di tutto, anche a uno sconosciuto ragazzo svedese di 24 anni dallo sguardo sveglio di entrare nelle case di 30 milioni di persone in tutti i continenti e di guadagnare 4 milioni di dollari l’anno. Chiedetelo a PewDiePie, il più famoso youtubber in circolazione.