Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Musica

A Catanzaro workshop di Mogol per Music Summer School

Scritto da on 11 gennaio 2011 – 03:18nessun commento

Presentato martedì 11 gennaio 2011 a Catanzaro il progetto Music Summer School alla presenza di Mogol.

Prende il via  il progetto Catanzaro Music Summer School, realizzato dall’ Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili e dall’ Assessorato alla Pubblica Istruzione del  Comune di Catanzaro, in tandem  con l’associazione Eos Sud ed il CET (Centro Europeo di Toscolano) di Mogol.  E’ quasi pronto, infatti,  il bando di selezione dei giovani catanzaresi tra i 18 ed i 30 anni che parteciperanno all’iniziativa, che sarà reso disponibile sul sito istituzionale dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro, www.catanzarocultura.it .

Il progetto, promosso  e finanziato dal Dipartimento della Gioventù-Presidenza del Consiglio dei Ministri su iniziativa dell’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani), è destinato ad un gruppo di giovani catanzaresi  dotato di spiccate capacità artistiche, cui sarà offerta la possibilità di frequentare una scuola di altissimo livello come il CET di Mogol, organizzata sul modello della school of performing arts americana, che, con un approccio didattico prettamente operativo, intende introdurre i giovani ai nuovi linguaggi e tendenze musicali.

Per l’ Assessore alla Cultura, Antonio Argirò,  si tratta di una opportunità straordinaria per i giovani residenti nel capoluogo che avranno la possibilità di fare un’esperienza formativa e di aggiornamento irripetitibile  ed un traguardo importante raggiunto da una Amministrazione comunale che ha puntato sui giovani e la loro formazione.

Come ha sottolineato Danilo Gatto , Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Catanzaro  <il progetto è estremamente articolato e comprende diverse azioni. A fine mese si prevede l’apertura all’interno del la sede cittadina del Conservatorio Torrefranca di Vibo Valentia di una sala di registrazione, realizzata con il “Progetto università”, a suo tempo promosso dall’ Anci, che si affianca alle altre sale prove esistenti negli istituti scolastici della città.  Entro i prossimi mesi, terminati i lavori di adeguamento della struttura che ospiterà le sale espositive, aprirà anche il Museo del Rock, che ospiterà centinaia di dischi in vinile oltre a manifesti, locandine, riviste. Abbiamo, poi,  stipulato una convenzione con l’A.I.G. (Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù) che consentirà da marzo in poi ai giovani musicisti catanzaresi che supereranno le selezioni di esibirsi negli ostelli e nelle altre strutture dell’associazione. Vogliamo, in questo  modo, promuovere i musicisti catanzaresi su vari fronti: la scuola, le turneè, la sala di registrazione, il Museo>.

Anche per Mogol la Music Sumer School  è un <grande regalo fatto ai giovani di Catanzaro ed un’opportunità da non perdere.  Torno con piacere in Calabria dove ho già collaborato con la Regione che è sicuramente tra le più attive nella promozione della formazione musicale dei giovani>.

Partner dell’iniziativa è l’  Associazione Culturale EOS, presieduta da Sergio Bruni che chiarisce che  <l’idea nasce delle attività promosse dall’associazione all’interno del mondo giovanile. Crediamo sia importante in questo momento fare rete  per rafforzare in questa città lo spirito associazionistico, il rispetto delle regole, la società civile. Pensiamo sia utile, in un’epoca di tagli, promuovere il più possibile la logica della rete sviluppando rapporti solidi tra  le istituzioni e le varie associazioni culturali cittadine così come seguire, a livello nazionale ed europeo, bandi ed opportunità ed intercettarne le risorse>.