Primo Piano »

Dal fumetto criminale a quello sociale, arriva a Cosenza il Festival del Paesaggio

18 settembre 2017 – 10:26 |

Il prossimo week end, dal 22 al 24 settembre, torna il fumetto a Cosenza al Festival del Fumetto Le Strade del Paesaggio, diventato uno degli spazi più interessanti dedicati al fumetto e al suo universo. Promossa da Cluster con la …

Leggi tutto »
Home » Musica

Al Rendano arriva il jazz d’autore firmato da Enrico Granafei

Scritto da on 6 maggio 2014 – 08:30nessun commento

Sabato 10 maggio il Teatro Rendano di Cosenza farà da location ad un evento unico nel suo genere: il ritorno in Calabria del jazzista, di origine cosentina, Enrico Granafei, chitarrista e armonicista di fama internazionale, allievo di Toots Thielemans.

 

enrico granafeiVirtuoso dell’armonica cromatica –che, a differenza dell’armonica diatonica, dispone di tutte le note, al pari di un sax o di una tromba ed è, per questo motivo, estremamente apprezzata nella musica jazz-, suonata insieme ad una chitarra che riproduce anche le tonalità del basso, conferendo alle proprie esecuzioni una gamma cromatica straordinaria, Granafei ha un raro senso dello swing,  che, insieme alla sensibilità del tocco ed all’interpretazione raffinata, ne fanno un autentico talento, che gli ha fatto guadagnare l’apprezzamento di nomi prestigiosi del panorama jazz internazionale.

 

 

 

Approdato trent’anni fa negli Stati Uniti dopo aver vissuto in Germania e nel Nord Europa, l’artista bruzio vive a Montclair, dove gestisce il suo Trumpets Jazz Club, punto di riferimento mondiale per artisti e appassionati.

 

Nel corso della serata oltre all’omaggio a due indimenticati uomini di cultura scomparsi di recente, il liutaio Vincenzo De Bonis e il drammaturgo Vincenzo Ziccarelli, sarà proiettato il documentario di Gianluca Bozzo, Walnut Street Station – Last jazz stop from NY , un viaggio emozionante girato nel 2013 fra il centro storico di Cosenza, la grande mela e naturalmente Montclair.

 

Sul palco saliranno poi Enrico Granafei, insieme  a Danilo Blaiotta, uno dei musicisti calabresi più noti e affermati, e al suo  trio (Danilo Blaiotta al piano, Silvio Ariotta al contrabbasso e Fabrizio La Fauci alla batteria), con  la partecipazione del maestro Giuseppe Maiorca.