Primo Piano »

Pietro Grasso inaugura il Tropea Festival L&S. Il programma

9 ottobre 2017 – 13:19 |

“Caro Giovanni, scriverti non è facile, mettere ordine nei tanti pensieri e nelle innumerevoli cose che ho da dirti. C’è quel lieve imbarazzo tipico di quando due vecchi amici, abituati a condividere la quotidianità, fatta di cose grandi e piccole, …

Leggi tutto »
Home » Musica, Tradizioni, Video

Dal Sol Levante all’ Aspromonte a caccia di suoni

Scritto da on 14 febbraio 2014 – 12:00nessun commento

A vederlo sembra un giovane giapponese come tanti, camicia, felpa e jeans comodi, aria riservata e uno sguardo penetrante sotto gli occhiali stile Yale. Eppure Yasuhiro Morinaga è uno dei più richiesti sound designer in circolazione e dal 16 febbraio atterra in Calabria per Aspromonte Soundscape, progetto in cui arte, immagini, video e, naturalmente, suoni, serviranno a far conoscere l’eccezionale ricchezza naturalistica e culturale del massiccio aspromontano.

YasuhiromorinagaIl progetto ha inizio in questi giorni in un itinerario che tocca la Valle di Sant’Agata e quella di Amendolea, la Costa Viola e Reggio Calabria, per catturare in un Video suoni e visioni nei borghi e nelle vallate, testimonianze di un passato ancora vivo e saldamente ancorato nel presente.

 

Anche grazie al lavoro svolto da anni dalle organizzazioni promotrici del progetto (Suoni in Apromonte, Radici del Suono, Nonsense, Conservatorio Grecanico, Associazione Videografi, Zampognari di Cardeto), che hanno realizzato nel corso del tempo diverse iniziative e festival di ampio respiro nazionale e internazionale, dimostrando una notevole capacità di progettare e fare rete.

Non è nuovo a progetti di questo genere, questo trentenne di Tokio che ha esordito come danzatore e, dopo un infortunio, ha iniziato a conoscere i suoni attraverso John Cage, che viaggia in continuazione da una parte all’altra del globo per lavorare con il cinema, la danza contemporanea, l’arte, il design, ma trova il tempo di creare eventi sull’estetica e l’archiviazione dei suoni con artisti, registi, performer e ricercatori.

Da qualche tempo sta portando anche in Italia ( da Interferenze New Arts Festival ai progetti Irpinia Field Works e Suoni dal Confine) i suoi suoni naturali, registrati e campionati per essere restituiti all’ascoltatore in un’originale narrazione sonora. Che ci riporta a ciò che eravamo e a quel che siamo oggi, ad un paesaggio sonoro e dell’anima, che indica un altrove da recuperare e a cui tornare.

 

Per saperne di più leggi l’intervista qui

Link

www.yasuhiromorinaga.com
www.lyriks.it/suoni-in-aspromonte
www.radicidelsuono.it
www.nonsense.biz
www.associazionevideografi.com
www.ustegg.it
www.zampognacardeto.altervista.org