Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Musica

I Diaframma festeggiano i 25 anni di attività in un concerto all’ UNPOP CLUB di Reggio Calabria

Scritto da on 20 novembre 2010 – 03:18nessun commento

Domenica 21 novembre 2010, ore 22.00, all’UNPOP di Reggio Calabria ritornano sul palco i Diaframma

I Diaframma sono uno dei gruppi più rappresentativi della famosa scena fiorentina e italiana degli anni ottanta.

Nascono sull’onda inglese del dark-rock decadente, esordiscono dapprima come cover band dei Joy Division, poi, nel 1982, incidono il loro primo singolo, “Pioggia”, accompagnato dal b-side “Illusione ottica”. Nel 1984 esce “Siberia” per l’etichetta indipendente IRA.

Nel 1986 la new wave è morta, e “Tre Volte Lacrime” vuole essere un avvicinamento a melodie più solari ed eclettiche rispetto a quelle tenebrose dell’album precedente, con uno dei più fortunati brani di Fiumani, “Marisa Allasio”. Negli anni ’90 i Diaframma continuano su una strada decisamente lontana dal dark-punk dei primi anni, ritornando nel circuito underground con un altalenante successo commerciale.

I Diaframma, prodotti dalla Self, ristampano nel 2001 i loro primi lavori, ormai difficilmente reperibili, e inoltre raccolgono in due album (“Albori” e “I Giorni dell’IRA”) le sensazioni che avevano portato alla formazione di uno dei gruppi new wave più importanti nel panorama italiano. Successivamente escono “Live a Big Club 1988” (2002), “Volume 13” (2004) che rimarca fin dal titolo un ruolo di spartiacque, segnando lo spazio tra i precedenti dodici album in studio e i progetti futuri, “Camminando sul lato selvaggio” (2007), citazione diretta del più grande successo di Lou Reed, “Walk on the wild side”.

La band è guidata da Federico Fiumani, cantante, chitarrista e scrittore, dedicatosi negli ultimi anni anche alla carriera solista. Autore di cinque volumi di poesie e pensieri e di una autobiografia,  “Brindando coi demoni”, che dà voce ad un’ anima inquieta raccontando avventure inconfessabili e ripercorrendo una vita vissuta al di fuori delle regole.

Tornano con un nuovo album i Diaframma, la band fiorentina che dagli anni ottanta rappresenta sulle scene italiane il genere Darkwave.  L’album, dall’ambiguo titolo, “Difficile da trovare”, arriva a 25 anni dall’esordio. Dodici brani,  diretti ed immediati, di cui alcuni notevoli  come “La bella e la bestia” che apre in pieno stile Smashing Pumpkins, che conducono alla portata di tutti il genere punk e darkwave.

Stefano Cuzzocrea

www.diaframma.org

www.myspace.com/federicofiumani