Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Musica

Il Concerto della Pace diretto dal Maestro Daniel Oren al Teatro Politeama di Catanzaro

Scritto da on 31 ottobre 2010 – 03:18nessun commento

Il Maestro Daniel Orien al Politeama di Catanzaro con il Concerto della Pace

Il programma della II° Edizione della Rassegna Internazionale “La grande musica per il cinema” si è concluso lo scorso 6 novembre rilanciando un messaggio di pace e fratellanza tra i popoli, giustamente affidato alla Israel Symphony Orchestra Rishn LeZion e al progetto del noto Direttore d’Orchestra Daniel Oren. E’ a quest’ultimo che va attribuita la paternità della straordinaria idea di un Concerto per la Pace che vedesse insieme musicisti israeliani e arabi, rappresentanti della contrapposizione socio-politica che interessa da secoli il Medio-Oriente. La cultura, e la musica in particolare, diventano così un momento di incontro che riesce a far dimenticare l’odio e l’intolleranza oramai dilaganti in quell’area del pianeta. Racconta Oren che egli stesso può assurgere a simbolo del ricongiungimento delle due anime, scorrendo nelle sue vene sia sangue israeliano che arabo.

Quale emblema di questo incontro, la scelta di invitare nell’Orchestra il pianista arabo Saleem Aboud Ashkar.

Il maestro, mantenendo il collegamento con il tema della rassegna, offre una ricca scaletta, dall’Eroica di Beethoven al Flauto Magico di Mozart, rispettivamente parte delle colonne sonore dei film Eroica – La vita di Ludwig Van Beethoven e Amadeus sulla vita di Mozart, proponendo inoltre alcuni brani tratti da Exodus di Otto Preminger e il concerto per pianoforte e orchestra di Beethoven, affidato al tocco preciso ed elegante del solista.

Un ulteriore successo per Daniel Oren, dopo la rappresentazione nella scorsa stagione del Nabucco, eseguita sotto la sua direzione presso lo stesso Teatro Politeama di Catanzaro.

Numeroso il pubblico in sala e fra le personalità presenti anche l’Ambasciatore della Somalia in Italia, già Primo Ministro del suo Paese, in visita ufficiale alla città.

Lo spettacolo si è snodato tra le emozioni sapientemente suscitate dallo stile personale del Maestro Oren, abile nel creare un’atmosfera colma di suggestioni in un’intesa compiuta con i musicisti.

Il celebre Direttore Oren, la Israel Simphony Orchestra, rappresentata dalla sua direttrice, e il pianista Ashkar sono stati insigniti del premio “Tersicore”, per i meriti artistici.

La serata si è conclusa tra l’entusiasmo del pubblico che ha tributato un lungo applauso agli artisti sul palcoscenico, i quali, in risposta, hanno poi concesso come bis il celebre “Intermezzo” della “Cavalleria Rusticana” di Mascagni, anch’esso oramai nella storia del cinema avendo fatto da sfondo ad una delle più celebri scene de “Il Padrino – Parte III” di Francis Ford Coppola.

Si è chiuso così il sipario per questa edizione della Rassegna con un bilancio certamente positivo che ha già portato i suoi frutti, considerata la visibilità internazionale raggiunta. Ci onora, infatti, che il Premio Politeama Catanzaro – Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato,. La Grande Musica per il Cinema sia approdato al Festival del Cinema di Roma per premiare Annette Focks, autrice della colonna sonora del film “Poll” di Chris Kraus.

Stefania Mantelli