Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Musica

Il grande jazz a Catanzaro con Gabriele Mirabassi

Scritto da on 12 maggio 2011 – 17:22nessun commento

Il Conservatorio musicale di Catanzaro ospita venerdi’ 13 maggio 2011 alle ore 19 il clarinettista Gabriele Mirabassi, a conclusione della masterclass di clarinetto a cura del Maestro Tommaso Rotella e dell’esibizione degli allievi nel saggio finale.

Il corso, svoltosi da mercoledi’ a venerdi’ ed aperto ad allievi e non solo, che si e’ avvalso della preziosa collaborazione di Gabriele Mirabassi, ha avuto lo scopo di “sviluppare le competenze musicali dei partecipanti e ad offrire gli strumenti per il potenziamento delle fondamentali capacità sul piano percettivo-mnemonico, espressivo e cognitivo dei sistemi di nozione e nei diversi ambiti del linguaggio musicale”.

Non ha bisogno di presentazioni Gabriele Mirabassi, ritenuto, a buona ragione, uno dei massimi virtuosi del clarinetto in circolazione.

Se ne accorgono ben presto i più importanti jazzisti italiani e stranieri che lo reclamano nel proprio ensemble.

Diverse e qualificate le collaborazioni del clarinettista perugino con lo straordinario chitarrista brasiliano Guinga, con John Taylor, Steve Shallow, Richard Galliano, Rabih Abou Khalil, Mina, John Cage, Ivano Fossati, Battista Lena, Riccardo Zegna, Enrico Pieranunzi, Roberto Gatto, Cristina Zavalloni, Trio madeira-brasil, Istituzione Sinfonica Abruzzese, Marco Paolini, Mario Brunello, per citarne solo alcuni.

Echi della musica contemporanea convivono nella musica di Mirabassi con il jazz e ritmi brasiliani e caraibici, in un mood coloratissimo sostenuto da grande virtuosismo,  profondo rigore e voglia di sperimentazione, librandosi nell’aria tra ardite volute melodiche e ritmi trascinanti.

Da non perdere!