Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Musica

Luigi Tenco & Pietro Ciampi: morto un poeta se ne fa un altro

Scritto da on 11 settembre 2014 – 10:16nessun commento

Dopo Paolo Conte, Sergio Endrigo, Ivano Fossati, Fausto Rossi Italia Serie Oro, il format sonoro creato dal Lanificio Leo, esempio di un’ impresa con una storia ultracentenaria e, è il caso di dire, il futuro alle spalle, sabato 13 settembre alle ore 20 propone un numero speciale e all’interno dell’azienda (Via Cava, 43, Soveria Mannelli) presenta due stelle di prima grandezza del firmamento musicale italiano, Luigi Tenco e Pietro Ciampi, rivisitati da Andrea Venneri e Ernesto Orrico.

Un live a base di musica, immagini, food & drink, il djset di Robert Eno e… i vinili, che il pubblico è caldamente invitato a portare con sé.

 

luigi tencoDi Tenco si sa e si è detto tutto e il contrario di tutto. Di lui restano decine di brani di rara bellezza e intensità, che in tanti abbiamo cantato e continuiamo a cantare, strimpellandoli con la chitarra . Di lui restano anche tre film, tantissime immagini che ritraggono un bel ragazzo dai lineamenti dolci e lo sguardo malinconico che non sorride mai, perché quelli che “ridono e sorridono sempre… non ti dicono mai quello cosa pensano dentro”. Quello stesso ragazzo riverso in una sera d’inverno con una pistola in mano sul pavimento della stanza di un hotel nel mezzo del festival più importante della canzone italiana, che a Ciao amore ciao aveva preferito Io tu e le rose e La Rivoluzione.

 

Una morte che di spiegazioni ne ha tante e nessuna. Che hanno spinto anche i giudici 40 anni dopo a riaprire le indagini, che hanno confermato tuttavia il suicidio.

Scriverà Fabrizio De Andrè in Preghiera in gennaio:

 

Signori benpensanti, spero non vi dispiaccia
se in cielo, in mezzo ai Santi, Dio, fra le sue braccia,
soffocherà il singhiozzo di quelle labbra smorte,
che all’odio e all’ignoranza preferirono la morte.

 

Nel gruppo dei cantautori genovesi oltre a Tenco ci sono anche Bruno Lauzi, Endrigo, Gino Paoli e… Piero Ciampiero ciampipi. Di sé stesso dice di avere tutte le carte in regola per essere un artista, dal carattere malinconico alla fedeltà alla compagna di sempre, la bottiglia (Ha tutte le carte in regola). Dell’artista maledetto Ciampi del resto ha anche il carattere, passionale, irascibile, solitario. La sua vita si divide tra la musica, i lunghi viaggi da un paese all’altro, gli amori tormentati e distruttivi, la sbronza costante. Che non gli impediscono di scrivere in 15 anni qualche decina di brani intensi e poetici che, come per Tenco, molti musicisti hanno ripreso per ricordare un grande artista ancora poco conosciuto dal grande pubblico.

 

 

 

Ingresso libero con prenotazione alla mail emilio@lanificioleo.it