Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Musica, Video

Non solo tarantella a Caulonia con Mario Venuti, Canzoniere Grecanico, Nidi d’Arac, Roy Paci…

Scritto da on 13 agosto 2014 – 17:03nessun commento

Riprende dal 19 agosto 2014 Tarantella Festival a Caulonia, uno dei più longevi e conosciuti festival di musica tradizionale in Calabria. Cinque giornate, sino al 23 agosto, di concerti, laboratori, eventi che animeranno il borgo di Caulonia.

 

canzoniere grecaninoAprono la rassegna Bombino, il “tuareg con la chitarra”, stella della world music internazionale, insieme al Canzoniere Grecanico Salentino, interprete di punta della pizzica salentina e della musica popolare italiana, e agli Amakorà, gruppo di musicisti calabresi concentrati sul recupero e la rivisitazione della tarantella fuori dai consueti schemi.

 

Il 20 agosto in scena la canzone d’autore di Mario Venuti, rientrato nelle file dei Denovo, rientrati sulla scena discografica dopo 25 anni, la musica tradizionale calabrese di Mimmo Cavalmario incudinelaro, il siciliano Mario Incudine, musicista, attore e compositore di successo, punta di diamante della etno-music internazionale, e infine i ritmi mediterranei di Tony Canto e de I tamburi di Scorziello.

 

Ancora musica d’autore con Cristiano De Andrè, che si alterna sul palco il successivo 21 agosto con i Taranproject, l’attore e conduttore Tv Marcello Cirillo, originario di Caulonia, e la giovanissima Ylenia Lucisano.

 

Da non perdere Alessandro Coppola e i suoi Nidi d’Arac, che da anni percorrono la strada della rilettura (colta) della pizzica salentina nel confronto con i ritmi tradizionali del bacino del Mediterraneo, l’elettronica e la scena new wave (22 agosto). Nella stessa serata imperdibili anche i tamburi e le chitarre battenti de I tarantolati di Tricarico, simbolo della tradizione sonora lucana, le suggestive tammorre dei Tammorrari del Vesuvio e infine il Collettivo MULO, che riunisce qunidiattro delle migliori e più rappresentative espressioni del panorama musicale regionale, ossia Francesco Loccisano, Fabio Macagnino, Mujura e QuartAumentata, intorno a un’idea comune della musica e della vita.

 

Chiudono in bellezza Roy Paci e i suoi Aretuska per una serata di musica travolgente, da ascoltare e ballare, il piacentino Daniele Ronda che porta a Caulonia il suo nuovo progetto discografico e, infine, Cataldo Perri, virtuoso della chitarra battente, in scena con lo Squintetto, al secolo Piero Gallina,Enzo Naccarato, Nicola Pisani, Carlo Cimino, Checco Pallone, che accompagnano Perri in concerto.

 

Info su http://www.kauloniatarantellafestival.it/home.html