Primo Piano »

Pietro Grasso inaugura il Tropea Festival L&S. Il programma

9 ottobre 2017 – 13:19 |

“Caro Giovanni, scriverti non è facile, mettere ordine nei tanti pensieri e nelle innumerevoli cose che ho da dirti. C’è quel lieve imbarazzo tipico di quando due vecchi amici, abituati a condividere la quotidianità, fatta di cose grandi e piccole, …

Leggi tutto »
Home » Musica, Tradizioni

Si studia, si suona e si balla la musica tradizionale in Calabria a Conflenti

Scritto da on 23 luglio 2016 – 08:20nessun commento

Una volta si chiamava folk, per indicare quel patrimonio sonoro trasmesso oralmente che compone un universo sfaccettato e a plurima direzione, da non confondere con la musica colta o con quella popolare, ripreso nella metà del secolo scorso, negli States come nel Vecchio Continente, in un movimento di ritorno alla propria matrice identitaria e culturale che è soprattutto voglia di marcare la differenza dall’industria culturale dominante.

FELICE E CONFLENTI 2014

Un movimento di ritorno che in Calabria ha vissuto e vive  una stagione di rinnovato interesse tra studi etnoantropologici e musicologici, festival, laboratori.   Rientra in questo contesto  la terza edizione di Felici & Conflenti, che si tiene dal 25 al 30 luglio prossimo a Conflenti. Il tema è naturalmente la musica tradizionale in Calabria, affrontato da studiosi ma anche da danzatori, musicisti e portatori della tradizione “all’interno di un contesto di trasmissione orizzontale dei saperi in cui l’oralità gioca un ruolo fondamentale”, come scrivono gli organizzatori.

Una iniziativa rivolta “al territorio, alle comunità locali ed ai visitatori che vogliono incontrare una Calabria diversa dalle icone turistiche ufficiali fatte di peperoncino e tarantella pop“.

In programma un ciclo di seminari su Parallelismi e differenze nel patrimonio coreutico di cultura orale in Calabria, tenuto da Ettore Castagna; su Conservazione e trasformazione nella musica di tradizione orale, a cura del

FELICE E CONFLENTI 2014

musicista e ricercatore Christian Ferlaino e su La musica e la danza nel marchesato crotonese, a cura di Davide Ancora, con la partecipazione di Salvatore Megna. Di Figure e paradossi della nostalgia parlerà l’antropologo Vito Teti  e di Musicalità tra alta e bassa Valle del Savuto: incontro-confronto il ricercatore Giancarlo Di Toma.

Un percorso tra  Strumenti giocattolo e strumenti da suono in Calabria è proposto  in una mostra dall’etnomusicologo Vincenzo La Vena (Associazione Il Cerchio).

Nelle cinque giornate sono previsti anche  corsi pratici, dalla Zampogna della Presila, a cura di Christian Ferlaino e Giuseppe Muraca a quello di Organetto e Canto, a cura di Alessio Bressi e Gianpiero Nitti;  Danza del Reventino, a cura di Andrea Bressi e Serena Tallarico;  Yoga e Meditazione, a cura di Maura Gigliotti;  Intaglio tradizionale su legno, a cura di Vincenzo Piazzetta; Sedute di allenamento al racconto fotografico, a cura di Angelo Maggio.

FELICE E CONFLENTI 2014

Da non perdere le escursioni guidate dai giovani di Conflenti Trekking sui verdi sentieri del vicino monte Reventino.

Tutte le sere appuntamento nelle piazze del paese con i danzatori e suonatori tradizionali, rigorosamente senza amplificazione e senza esibizioni dal palco, nel nome della funzione socializzante della danza.

I visitatori, che quest’anno provengono anche da  Germania, Francia, Stati Uniti, Turchia, possono soggiornare nelle case messe a disposizione dalla popolazione per vivere un’esperienza inedita con le comunità locali.

 

http://www.felicieconflenti.it

Hashtag ufficiale #Felici&Conflenti

info@felicieconflenti.it

+.39. 331. 976 1112 – +.39.389.7896559