Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Oltreconfine

Catania Jazz apre con Brad Meldhau

Scritto da on 13 novembre 2015 – 16:50nessun commento

Era il 24 novembre del 1983 quando l’Arkestra di Sun Ra inaugurò la prima rassegna dell’Associazione Catania Jazz. Quel concerto segnò l’inizio di un avventura che, tra alterne vicende è giunta ormai al suo 31° anno di vita. 30 anni nel corso dei quali ha presentato al pubblico catanese i più grandi nomi del jazz internazionale, europeo ed italiano.

Momenti irripetibili grazie ad artisti come Tyner, Coleman, Gillespie, Shorter, Pastorius… figure quasi da leggenda, veri eroi dei nostri tempi. In questi anni, Catania Jazz ha portato sotto il Brad Meldhauvulcano quanto di meglio il jazz internazionale ha offerto, avanguardia compresa.

Ha percorso i sentieri della New Age e della Musica Orientale; ha organizzato il primo Womad festival in Italia ed una rassegna interamente al femminile, nella profonda convinzione che nessuna cultura musicale, da qualunque parte del mondo provenga, può considerarsi immune dall’influenza del jazz.

Anche l’edizione 2015 promette di tenere alto il livello qualitativo con l’aiuto di artisti come Brad Meldhau che si esibirà con due autentici fuoriclasse come Larry Grenadier e Jeff Ballard il 5 dicembre; come Dave Holland (23 febbraio); il brasiliano Jacques Morelembaum (18 marzo); Dobet Gnahorè, la nuova grande voce d’Africa (8 aprile); il trombettista Steven Bernstein, leader dei Sex Mob e della scena downtown newyorchese, uno dei musicisti più interessanti in circolazione.

Il Programma offre diverse chicche che potrete scoprire su http://www.cataniajazz.com/