Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Musica, Primo Piano

Catanzaro Music Contest, il jazz internazionale sul palco a Catanzaro

Scritto da on 31 gennaio 2012 – 07:52nessun commento

 

Parte il prossimo venerdi 3 febbraio la prima edizione del Catanzaro Music Contest, la rassegna di jazz ed altro diretta da  Gianni M. Gualberto,  organizzata dall’ associazione culturale “Quattro quarti” in collaborazione con “Il Blu” che si dipanerà per quattro serate presso l’ Auditorium “Casalinuovo”, in via Pugliese, Catanzaro.

 

La formula scelta è quella di un vero e proprio happening che si terrà nel foyer dell’ Auditorium, aperto da un doppio appuntamento con aperitivo serale ed il contributo di due noti  dj set come Mino Stella e Paolo Tocci.

La serata prosegue con i live che toccheranno il jazz puro, il bebop, lo swing, l’electro-jazz, fino alle contaminazioni sudamericane, del mid-east e dalla cultura underground delle metropoli statunitensi.

 

Venerdì 3 febbraio (ore 20,15) ad aprire le danze sarà  Napoleon Maddox, più noto  come NapoleonSolo, leader del gruppo IsWhat?!, uno dei più innovativi e significativi gruppi sulla scena musicale afro, composto da Napoleon Solo, Matthew Anderson e Jack Walker, ospiti abituali di tutto rilievo come il percussionista Hamid Drake,  Archie Shepp e Oliver Lake a riprova della vena eterodossa del gruppo, un impasto di hip-hop, free jazz, rock psichedelico, soul, funk, che tuttavia vuol trascendere ogni genere definito alla ricerca di parole e suoni per raccontare il mondo di oggi.  

 

A Catanzaro Napoleon Maddox propone un ensemble di tutto rispetto con la fantastica ritmica di Hamid Drake, Melvin Gibbs (definito “il miglior bassista del mondo”), Ricardo Izquierdo, Neo Joshua.

Domenica 12 febbraio (ore 18,15) appuntamento con Sam Yahel Trio, da molti considerato come uno dei più interessanti organisti e pianisti sulla scena internazionale.

Tecnica impeccabile, grande spirito di ensamble, conoscenza finissima dei linguaggi improvvisativi ed una capacità rara di padroneggiarli in tutti i loro risvolti, doti dimostrate a piene mani con  artisti come Joshua Redman, Brian Blade e Jeff Ballard. Al suo fianco in questa occasione Matt Penman e lo spagnolo Jorge Rossy, che si è ricavato da tempo un posto nell’empireo del jazz, al fianco di all stars come Brad Meldhau, Charlie Haden, Chick Corea, Lee Konitz, Carla Bley.

 

Venerdì 2 marzo (ore 20,15 ) il testimone passa al Luis Perdomo Trio. Tecnica inimitabile, ottima intensità espressiva, un’eleganza compositiva straordinaria contraddistinguono questo artista che ha accompagnato nei loro concerti John Patitucci, Ravi Coltrane, David Sanchez, offrendo uno spaccato eccezionale del suo talento come band leader.

Lo accompagnano Hans Glawischnig e Jonathan Blake, uno dei batteristi più richiesti sulla scena jazz newyorchese.

 

 

Chiude la rassegna domenica 1 aprile (or e18,15)  Eli Degibri Quartet. “Imperdibile” per il New York Times, definito da leggende del jazz come Al Foster <<The only young saxophonist that I know that his playing gives me joy>> ed Herbie Hancock <<The caliber of which is a rare find in jazz today>>, Degibri, poco più che trentenne, vanta già una carriera di tutto rispetto, come side man di riferimento di Herbie Hancock, del quartetto di Al Foster, della Mingus Big Band, di Ron Carter e di molti altri interpreti di punta del jazz USA. Degibri si esibisce a Catanzaro con il noto pianista Aaron Goldberg (che fa parte con Jeff Ballard, Ben Street, Kurt Rosenwinkel del quintetto di Degibri), Reuben Rogers ed Ofri Nemeya.

 

Informazioni:

ufficiostampa@catanzaromusiccontest.com

www.catanzaromusiccontest.com