Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Primo Piano

Domenico Codispoti e Grigory Sokolov al Politeama di Catanzaro

Scritto da on 10 gennaio 2014 – 13:50nessun commento

Per tutti gli amanti della musica classica e, aggiungiamo, della buona musica, due appuntamenti da non perdere al Teatro Politeama di Catanzaro che i prossimi 17 gennaio e 1 fabbraio 2014, ore 20.45,  ospita sul suo palcoscenico due artisti di assoluto livello come Domenico Codispoti e Grigory Sokolov.

codispotiDi origine calabrese (è nato proprio a Catanzaro), Domenico Codispoti è ritenuto dagli addetti ai lavori uno dei pianisti più virtuosi della sua generazione, dalla tecnica fomidabile e dalla eccezionale sensibilità interpretativa. Vincitore di  importanti premi internazionali, collabora da tempo con prestigiose orchestre come la London Chamber Opera, la Filarmonica italiana e la Sinfonica della Radio di Varsavia. Al Politeama presenta un programma ispirato alla musica romantica tra ‘800 e ‘900 che interpreta da solo e  insieme ad un quartetto d’archi composto da affermatissimi solisti come Pierfrancesco Fiordaliso, primo violino; Ilaria Cusano, secondo violino; Laura Riccardi, viola; Jacopo di Tonno, violoncello.

 

Non ha bisogno di presentazioni Grigory Sokolov, considerato uno dei maggiori pianisti viventi. Il suo primo tocco alla tastiera Grigory-Sokolovè a 5 anni e da allora non se ne staccherà più. A soli 16 anni vince l’inaccessibile Concorso pianistico internazionale Cajkovskij, dopo di che suona con le più importanti orchestre di tutto il mondo, fa man bassa di premi, si fa conoscere in ogni angolo del globo, in particolare per la sua interpretazione eccelsa di Bach e per il concerto tenuto a Londra nel 1995, con un’esecuzione memorabile del terzo concerto di Rachmaninov.

Sokolov ha un dominio assoluto dello strumento che accoppia ad una varietà timbrica e ad una potenza espressiva che appartiene a pochi grandi artisti. Ascoltatelo in questa interpretazione della French Overture di Bach.