Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Musica, Primo Piano

Il maestro del latin jazz Ray Mantilla a Catanzaro

Scritto da on 20 febbraio 2012 – 08:59nessun commento

Martedì 21 febbraio 2012, h. 21, dopo lo splendido concerto di Uri Caine, secondo appuntamento con il grande jazz  nella rassegna Le Querce Jazz 2012 al Country Club Le Querce, Sarrottino (CZ), che ospita il percussionista Ray Mantilla.

Approdato alla ribalta internazionale negli anni ’60 grazie al sodalizio con Max Roach, da quel momento per Mantilla il cammino è tutto in salita.

Da Art Blakey a Josephine Baker a Dizzie Gillespie a Gato Barbieri, è lungo l’elenco delle stelle che hanno voluto accanto a sé questo musicista dalla grande sensibilità e dal tocco  magico, che gli è valso il soprannome di “Mani di fuoco”,  che è riuscito a miscelare in un impasto originale e inconfondibile le radici afro, i ritmi cubani con il jazz contemporaneo .

Maestro indiscusso del latin jazz, erede di una tradizione musicale che ha avuto in Tito Puente e Mongo Santamaria i suoi profeti,  il musicista newyorchese è un vero e proprio animale da palcoscenico, un artista capace di divertirsi e divertire (<<suono per rendere felice la gente>>),  infiammando le platee con un’energia giocosa e contagiosa .

A Le Querce si esibisce con un musicista di lungo corso come Edy Martinez  (piano) e l’apporto di Gaspare Pasini al sax e di Alex Hernandez al basso, invitati ad eseguire guaracha, montuno, mambo <<con le mani e con i piedi>>,  come richiesto dal Maestro.