Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Musica, Peperoncino Jazz Festival 2011, Primo Piano

Jeremy Pelt al Peperoncino Jazz Festival

Scritto da on 14 luglio 2011 – 17:01nessun commento

Venerdì 15 luglio 2011, ore 22, Parco Acquaviva delle Terme Luigiane, Acquappesa (Cs).

Settimo appuntamento consecutivo per la decima edizione del Peperoncino Jazz

Festival con un ospite d’eccezione, il trombettista Jeremy Pelt.

Considerato il miglior giovane trombettista della scena jazz contemporanea newyorkese, amatissimo tanto dal pubblico quanto dalla critica, Jeremy Pelt si è subito segnalato per la timbrica calda ed i ritmi serrati, che gli hanno guadagnato il favore del gotha del jazz, dal grande Wayne Shorter alla Mingus Big Band al Ralph Peterson Quintet a Lewis Nash, a Roy Hargrove alla Village Vanguard Orchestra e alla Duke Ellington Big Band.

Trombettista in continua evoluzione, dotato di una timbrica e di un linguaggio articolati ed incisivi, Pelt salirà sul palco del Peperoncino Jazz Festival a capo del suo super quintetto in cui militano altri quattro formidabili talenti della scena della Grande Mela come il sassofonista J. D. Allen, il pianista David Bryant, il contrabbassista Dwayne Bruno e il batterista Gerald Cleaver

Quella calabrese è una delle tre tappe europee del talentuoso trombettista californiano, consacrato di recente a stella di prima grandezza del panorama jazz mondiale dalla Jazz Journalist Association e dal leggendario produttore Nat Hentoff, che consentirà al pubblico di apprezzare uno dei nomi di spicco della scena musicale mondiale.

Dopo questo grandissimo appuntamento in esclusiva per il Sud Italia, il Peperoncino Jazz Festival prenderà due giorni di pausa per tornare in grande stile dal 18 al 20 luglio nel segno del Laos Jazz Festival, con l’esibizione, nel centro storico di Scalea, del trio Omparty con ospite il chitarrista svedese Lutte Berg (lunedì 18), del quartetto di Luigi Negroni (che il 19 luglio proporrà un tributo a Stevie Wonder) e del quartetto del sassofonista americano Eric Daniel (20 luglio).