Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Primo Piano

La Calabria grande mattatrice del Salone del Libro di Torino 2013

Scritto da on 17 maggio 2013 – 11:15nessun commento

Ha esordito come meglio non si poteva, con la presentazione della mostra su Mattia Preti, nell’anno delle celebrazioni del grande artista calabrese, la Calabria, nella giornata di apertura del Salone del Libro di Torino 2013, la seconda fiera dell’editoria in Europa dopo la  Buchmesse.

 

bibbiaOltre 100 gli eventi organizzati dall’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria insieme al Polo Regionale della Lettura, con l’obiettivo di condurre per mano il pubblico nel patrimonio artistico e architettonico della Regione e nella sua cultura millenaria, testimoniata dall’esposizione della prima Bibbia in ebraico, stampata nella regione nel 1475, di incunaboli e cinquecentine e del Codice Romano Carratelli e dall’allestimento di preziosi reperti archeologici (come la laminetta orfica proveniente da Hipponion e le pinakes locresi).

 

Uno sforzo organizzativo e ricostruttivo immane che delinea percorsi differenziati alla scoperta degli autori calabresi di ieri –Corrado Alvaro, Leonida Repaci, Lorenzo Calogero-, dei calabresi  di adozione come Giuseppe Berto, di scrittori e poeti della nostra contemporaneità come Mario La Cava, Carmine Abate, Mimmo Gangemi, Angela Bubba.

 

Nelle quattro giornate del Salone, che si conclude il 20 maggio, lo Stand regionale ed il Bookshop, che raccoglie il meglio dell’editoria specializzata oltre a cd e vinili, ospitano intellettuali come Salvatore Settis, Paolo Mieli, Giovanni Russo, Tullio De Mauro, Corrado Calabrò,  presentazioni e reading letterari, spettacoli teatrali (Italianesi, di e con Saverio La Ruina) e musicali, un viaggio nelle radici enogastronomiche della regione, anche attraverso la Guida ai ristoranti della Calabria (Rubbettino).

 

Sul versante istituzionale saranno presentate le diverse iniziative messe in atto dalla Regione per la promozione della lettura e della cultura, i numerosi Festival e Premi letterari, che si tengono in tutto il territorio  nel corso dell’anno, ad iniziare dai veterani Premio Sila ’49 e Rhegium Iulii al neonato  TropeaFestival Leggere&Scrivere.

 

Da non perdere alcune iniziative singolari ed inedite come l’esposizione dei libri proibiti custoditi nella Biblioteca dei frati del Convento di S. Francesco di Paola ed il Mondo magico dei tarocchi calabresi, senza dimenticare i tributi a Pitagora ed al suo insegnamento dai forti tratti mistico-religiosi.

 

La Fondazione Carical rinnoverà il suo impegno nel promuovere solidi legami tra i popoli del Mediterraneo con un incontro,  Il risveglio arabo. L’altra sponda del Mediterraneo. Le donne arabe protagoniste del cambiamento, cui prendono parte Mario Bozzo, Leena Ben MhenniJoumana Haddad, Jamila Hassoune e Karima Moual, nel corso de quale sarà proiettato il film Fermenti di libertà. A due anni da quella primavera .

 

Dell’inferno della ‘ndrangheta e dei suoi protagonisti parleranno Antonio Nicaso, Nicola Gratteri, Giuseppe Trimarchi e Giovanni Tizian mentre di quello dantesco si occuperà la Lectura Dantis tenuta da Giovanni Sapia.

 

Focus tematici sono dedicati al parco archeologico di Sibari ed a quelli  naturalistici (attraverso gli scatti di Francesco Bevilacqua), occasione  di sviluppo economico e di promozione della regione ed all’innovazione tecnologica e scientifica, grazie a Mauro Ferrari e Sandra Savaglio.

 

Tutti gli appuntamenti sono su http://www.salonelibro.it/salone/regione-ospite.html