Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Primo Piano, Video

La primavera del teatro calabrese riparte da Castrovillari

Scritto da on 9 maggio 2013 – 11:58nessun commento

Ritorna a farsi sentire la primavera del teatro calabrese. Dal 28 maggio e fino al 2 giugno 2013 riapre le porte Primavera dei teatri, la rassegna teatrale che si tiene ormai da quattordici anni a Castrovillari, proposta dalla compagnia Scena Verticale.

Nata negli anni ’90 alle pendici del Pollino grazia alla follia ed alla testardaggine di Saverio La Ruina, Dario De Luca e Settimio Pisano, Scena Verticale è considerata una delle più importanti realtà del teatro italiano ed internazionale, grazie a produzioni come Dissonorata, La borto, ‘U tingiutu, Italianesi, che hanno fatto il giro del mondo, facendo incetta di premi e riconoscimenti prestigiosissimi (dal premio UBU al Betti al premio Hystrio, per limitarci solo ad alcune citazioni).

primaveradeiteatri 2013_n

All’avvio del terzo millennio i nostri  decidono di passare dalla produzione all’organizzazione di un festival  e di aprire nel cuore della Calabria, Primavera dei Teatri, una vetrina sui linguaggi artistici contemporanei che, nel corso degli anni, ospita esperienze diverse di scrittura drammaturgica, musicale e visuale, aprendo le porte anche laboratori, mostre con incursioni nella cultura enogastronomica della regione.

 

Il programma 2013 è ancora top secret. Si sa già che prenderanno parte a questa XIV edizione realtà consolidate come la coppia Musella-Mazzarelli, Gianfranco Berardi e  Gabriella Casolari,  Davide Iodice, Roberto Latini (Fortebraccio Teatro) ma anche i giovanissimi Idiot Savant, Compagnia degli scarti e Fibre Parallele.

 

Da martedì 28 maggio parte anche il Laboratorio dell’attore e regista Valter Malosti, direttore della Scuola per attori del Teatro Stabile di Torino, a lungo sodale di Luca Ronconi, dedicato al verso shakespeariano, un corpo a corpo con i versi dell’Amleto e di altre opere del genio della drammaturgia di tutti i tempi, in tutta la loro realtà, carnalità e umanità.

 

In attesa del programma intanto ci gustiamo il promo.