Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Primo Piano

Lucia Calamaro, Michele Santeramo, Tindaro Granata & C. a Primavera dei Teatri 2016

Scritto da on 26 maggio 2016 – 17:23nessun commento

Sarà una primavera quanto mai “esplosiva” quella che si appresta a invadere (letteralmente) Castrovillari dal 29 maggio al 5 giugno. Edizione numero diciassette per Primavera dei Teatri firmata dalla compagnia Scena Verticale, salutata tra la leggera brezza che arriva dal Pollino e l’abituale carico di volti noti e e meno noti, di consuetudini e novità.

Sì, di novità, perché si tratta di un’edizione che, a detta degli organizzatori, rappresenta un vero punto di svolta nella storia del festival, a partire dalle location, visto che gli spettacoli dal borgo PdT 2016 2antico si spostano in vari punti della città, dal Protoconvento Francescano, che ha finora ospitato la rassegna, al Palazzo Comunale, da poco riaperto, al Capannone dismesso dell’autostazione, fino a toccare gli angoli più periferici della città.

Edizione itinerante, dunque, puntando sulla funzione inclusiva e sociale alla quale il teatro assurge storicamente e sul marketing territoriale, grazie al rinnovato sodalizio tra Scena Verticale e l’Ente Parco, rappresentato da Domenico Pappaterra, nell’intento di favorire la conoscenza di un territorio straordinario come quello del Parco del Pollino tra artisti e spettatori.

Il programma è ricco come sempre di prime nazionali e di attesi ritorni, da Michele Santeramo a Tindaro Granata, alle compagnie Vico Quarto Mazzini, Piccola Compagnia Dammacco e Quotidiana.com. Anche stavolta il festival si propone di esplorare gli orizzonti della nuova drammaturgia contemporanea, trattando temi di scottante attualità – l’utePdT 2016 4ro in affitto in Geppetto e Geppetto, scritto e diretto da Tindaro Granata, l’immigrazione in 32’’16, di Michele Santeramo, giusto per fare qualche esempio – non in chiave ideologica, ma stimolando interrogativi, senza per questo rinunciare alla godibilità.

Da segnalare Il Vangelo secondo Antonio, scritto, diretto e interpretato dall’altro padrone di casa Dario De Luca, sul dramma dell’ alzheimer, Giovanna d’Arco. La rivolta, interpretato da Valentina Valsania, regia di Ester Tatangelo e Luchino Giordana su testo di Carolyn Gage, che propone una inedita Pulzella, e Vania della Compagnia Oyes, liberamente ispirato a Zio Vanja di Čechov. Tra le anteprime Ma perché non dici mai niente. Monologo, il nuovo spettacolo di Lucia Calamaro, una delle punte di diamante della nuova drammaturgia italiana, Trittico della guerra, di Riccardo Mallus, Premio Giuria Giornalisti @ Giovani Realtà del Teatro 2015, Udine, Premio Miglior Performance Teatrale @ Festival Young Station, Montemurlo.

La Piccola Compagnia Dammacco presenta Esilio, secondo passo della Trilogia della Fine del Mondo, diretto da PdT 2016 3Mariano Dammacco in scena con Serena Balivo, storia di ordinaria precarietà lavorativa ed esistenziale; Guinea Pigs propone in prima nazionale il suo Trittico della Guerra, spettacolo in tre quadri sulle guerre di oggi, non quelle che vediamo ogni giorno in Tv ma quelle nascoste e invisibili, che ci rifiutiamo di vedere; Fratelli della Via portano in scena Drammatica Elementare, un esperimento ludo- linguistico fatto di enigmi e tautogrammi per condurre il pubblico dentro l’evoluzione del lessico ed esaltarne la forza ritmica e di contenuti.

Non solo spettacoli a PDT che propone al suo pubblico un ricco ventaglio di attività collaterali anche in questa tornata. Due i laboratori, uno per attori curato da Francesco Colella su Zio Vanja di di Čechov, l’altro condotto da Graziano Graziani e destinato agli studenti del liceo classico con l’intento di far riscrivere loro alcuni articoli della Costituzione.

Per Primavera Extra, una serie di incontri  introdurrà il pubblico e lo spingerà ad approfondirePdT 2016 i singoli spettacoli, uno spazio curato da Antonello Fazio assieme al gruppo di “Spettatori Erranti” di Arezzo. Primavera Kids  è il cartellone interamente rivolto ai più piccoli, con parate, laboratori, giochi e spettacoli, a cura del Teatro della Maruca e con la partecipazione di TeatroP, i Takabum, Tilde Nocera e l’associazione ConimieiOcchi. 

Appuntamenti food & wine con la Resistenza Gastrofonica viaggiante dei Coltivatori di Musica Paola Scialis e Stefano Cuzzocrea e Io Do di Malto. Uno spettacolo di birre di Giuseppe Grosso Ciponte.

Insomma, più che un festival, una festa.

Linking Calabria come di consueto seguirà ogni giorno il Festival con le video-interviste di Antonello Fazio (riprese di Ernesto Toziano), foto, approfondimenti.

Per ulteriori informazioni e per scaricare il programma completo: www.primaveradeiteatri.it

Chiara Fazio-Anna Puleo