Primo Piano »

Arrivederci a presto!

3 aprile 2018 – 09:39 |

Cari amici e amiche, il nostro sito sospende le pubblicazioni.
 
Share

Leggi tutto »
Home » Musica, Primo Piano

Manhattan Transfer, Vinicio Capossela, Elena Ledda, Peppe Voltarelli, Raiz sul palco del Festival d’Autunno

Scritto da on 20 settembre 2011 – 17:35nessun commento

Dal 6 al 26 novembre 2011 a Catanzaro.

Nei giorni scorsi è stato presentato dalla direttrice artistica Antonietta Santacroce il cartellone della IX edizione del Festival d’Autunno, che ancora una volta dimostra ampio respiro internazionale ed una decisa vocazione verso la musica di qualità.

Ad aprire il nutrito programma di eventi  uno dei gruppi di riferimento del jazz degli ultimi 40 anni,  i Manhattan Transfer che saliranno il prossimo 6 novembre sul palcoscenico del Teatro Politeama, per l’unico concerto che il gruppo di Tim Hauser terrà nel Centro-Sud.

Campioni del vocalese, lo stile che il quartetto newyorchese ha adottato sulle orme di vocalist come Jon Hendricks e Eddie Jefferson, e che ha dato il titolo al loro album forse più noto, che valse loro ben 12 nomination ai Grammy Award nel 1986 ed una sfilza di premi,  Tim Hauser, Cheryl Bentyne, Alan Paul e Janis Siegel hanno dato un contributo di rilievo alla storia non solo del jazz ma della musica di tutti i tempi.

Album come Bodies and Souls, Vocalese, The Manhattan Transfer, Brasil sono autentici capolavori e punti di riferimento imprescindibili per gli amanti del jazz così come per ogni cantante che si rispetti, indipendentemente dal genere privilegiato.

Ancora grande musica, il  12 novembre,  ed un gradito rendez-vous con uno dei più interessanti cantautori italiani delle ultime generazioni, definito dal Sunday Times “Italy’s greatest rock star”,  Vinicio Capossela.

Istrionico, ironico, eclettico , perennemente in bilico tra blues e jazz, tra suoni mediterranei e atmosfere circensi, tra musica e letteratura, Capossela è rientrato da poco in sala di incisione con Marinai, profeti e balene dopo un lungo tour internazionale, colpendo ancora una volta il bersaglio con un’opera di alto livello.

L’America degli anni ’50 avrà un suo spazio nel nuovo musical prodotto dalla Compagnia della Rancia, Happy days, ispirato alla omonima serie televisiva, che farà rivivere le avventure della famiglia Cunningham, di Fonzie e dei suoi amici, entrata ormai nell’immaginario collettivo di diverse generazioni in tutto il mondo (17 novembre).

Il 26 novembre, per chiudere l’ edizione 2011 del Festival d’Autunno, “Viva l’Italia!”, una produzione originale del Festival per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia, attraverso le voci di Alfio Antico ed i Lautari (Sicilia), Elena Ledda (Sardegna), Peppe Voltarelli  (Calabria), Patrizia Liquidara (Veneto), Mauro Ermanno Giovanardi (La Crus) (Lombardia), Pino Marino (Roma) ed il mitico frontman degli Almanegretta, Raiz (Napoli), che condurranno il  pubblico in un “viaggio nella musica popolare italiana”, come recita il sottotitolo, in cui saranno ripercorsi i repertori appartenenti al patrimonio musicale delle rispettive regioni.

Anche quest’anno il Festival propone alcuni incontri letterari.

Il primo l’11 novembre con Maurizio Becker, direttore del mensile “Musica Leggera” ed autore di numerose pubblicazioni, che presenterà il libro Da Mameli a Vasco. 150 canzoni che hanno unito gli italiani, pubblicato da Coniglio Editore.

 Il 18 novembre il testimone passa a Edoardo Segantini, inviato del Corriere della Sera, che  proporrà il suo libro “Hedy Lamarr. La donna-gatto”, edito da Rubbettino Editore, e, successivamente,  a Lino Patruno, già direttore de La Gazzetta del Mezzogiorno, che il 25 novembre toccherà temi scottanti trattati nel suo più recente lavoro Fuoco del Sud. La ribollente galassia dei movimenti meridionali.

<< Abbiamo lavorato tutto l’anno per dare alla manifestazione una immagine sempre più definita – dice Antonietta Santacroce-. La presenza dei Manhattan Transfer è per me motivo di orgoglio, considerando il loro valore artistico mondiale, soprattutto se si considera che questo è l’unico concerto in Italia. Il ritorno di Vinicio Capossela è il riconoscimento di un artista che negli anni si è confermato tra i più importanti del nostro Paese. Il musical “Happy days”, nuovo successo della Compagnia della Rancia, è una finestra aperta sul passato. La nostalgia di una serie amata da intere generazioni, ci farà rivivere con leggerezza l’America degli anni ’50. “Viva l’Italia” è una nuova produzione del Festival, un ennesimo esperimento, dopo “Donna che parla in fretta” dello scorso anno, in cui le musiche popolari delle nostre regioni, eseguite da alcuni artisti tra i più affermati, celebreranno i 150 anni dell’Unità d’Italia in musica.>>.

I biglietti e gli abbonamenti per l’intera manifestazione sono reperibili presso i circuiti Ticket One, sul sito del Festival d’Autunno (www.festivaldautunno.com), con possibilità di pagare con carta di credito o Postepay, oppure presso la sede del Festival, in Via Spasari, 15 di Catanzaro (da lunedì a sabato h. 10,00 – 13,00, h. 16,30 – 20,00)  e le prevendite autorizzate Quelli che il Toto di Soverato, Remix di Roccella Jonica e In prima fila di Cosenza.

Per maggiori info:

tel. 388.8183649

mail info@festivaldautunno.com

 

 Il programma completo su   http://www.festivaldautunno.com/