Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Primo Piano, Video

Pier Paolo Capovilla, corpo a corpo con Pasolini

Scritto da on 18 marzo 2013 – 10:07nessun commento
Il prossimo 28 marzo 2013,  ore 21 fa tappa all’ Auditorium A. Guarasci, in  P.zza XV Marzo,  Cosenza, il tour di Pierpaolo Capovilla dedicato a Pier Paolo Pasolini, proposto da MKlive, in collaborazione con B-Alternative & Circolo Cabret , con il patrocinio della Provincia di Cosenza.capovilla-pasolini_nUn reading in tre atti in musica e parole di e con Pierpaolo Capovilla, frontman del Teatro degli Orrori, una delle band indipendenti di punta della scena rock italiana attuale, con il contributo di Kole Laca, al piano e live electronic.

 

Lo spettacolo, attraverso i versi di La religione del mio tempo, La ballata delle madri, Una luce, porta in scena  la visione rigorosa e spesso spietata della nostra società del grande poeta, scrittore e regista friulano, che seppe leggere i mutamenti epocali intervenuti in un Paese senza più radici né memoria e profetizzare, inascoltato,  le derive del nostro tempo.

 

Profezie di cui risuonano attualissimi –oggi più che mai- gli echi. Come nei versi di Alla mia nazione (da La religione del mio tempo), scritta da Pasolini nel 1961.

Non popolo arabo, non popolo balcanico, non popolo antico/ma nazione vivente, ma nazione europea:/e cosa sei? Terra di infanti, affamati, corrotti,/governanti impiegati di agrari, prefetti codini,/avvocatucci unti di brillantina e i piedi sporchi,/funzionari liberali carogne come gli zii bigotti,/una caserma, un seminario, una spiaggia libera, un casino!/Milioni di piccoli borghesi come milioni di porci/pascolano sospingendosi sotto gli illesi palazzotti,/tra case coloniali scrostate ormai come chiese.Proprio perché tu sei esistita, ora non esisti,/proprio perché fosti cosciente, sei incosciente. E solo perché sei cattolica, non puoi pensare/che il tuo male è tutto male: colpa di ogni male.Sprofonda in questo tuo bel mare, libera il mondo.

 

Non è nuovo ad esperimenti del genere, Capovilla, che nel 2011 ha proposto uno spettacolo con testi del poeta russo Vladimir Vladimirovič Majakovskij e lo scorso anno ha accompagnato lo scrittore e musicista torinese Matteo De Simone in un ciclo di letture tratte dal suo romanzo “Denti guasti”.

Ci riprova con Pasolini e la sua poesia civile, perché << la poesia narra il cuore delle cose. Per questo, la poesia dice la verità>> afferma l’artista <<C’è una rabbia, nella poesia di Pasolini: è fatta di progresso: non nel senso della “crescita” – oggi non si parla d’altro – IL PROGRESSO!
Quello per cui il lavoro, non il denaro, è creatore di ricchezza: ricchezza materiale, certo, ma anche ricchezza morale, etica dell’esistenza, legame sociale, emancipazione.

 

Ecco perché Pasolini, qui ed ora.  In questa terra dove le fatiche del lavoro sono dimenticate da un ceto politico privo di scrupoli, ignorante, ottuso e, anche quando non consapevolmente indifferente delle sorti di uomini e donne in carne ed ossa, comunque sempre ed inevitabilmente inadeguato e insufficiente. Dimenticate da una società, quella italiana, che si è dimenticata di essere una società: un corpo vivente: nella disgregazione di ogni rapporto solidale, nell’indifferenza per il prossimo, nella rincorsa di un modello di vita la cui cifra è il disprezzo della vita stessa>>.

INGRESSO
€ 7 (Intero)
€ 5 (Ridotto – per tesserati Ass. Circolo Cabret – Ass. Officne 33giri – Ass. B- Alternative)*

E’ possibile prenotare il proprio biglietto esclusivamente prima dello spettacolo presso i seguenti punti vendita

COSENZA
> Beat Music club – P.zza Duomo
> Caffè Telesio – Corso Telesio
> Circolo Cabret – via Isonzo n° 63
> Cafè Librairie – via Idria
> Nero Macchiato – via Galliano
> Officine 33giri – viale P. Borsellino n° 39

RENDE
> Bar Borromeo – Quattromiglia di Rende
> Bar Conca D’Oro – Università della Calabria, ponte Pietro Bucci

Per info:
info@mklive.it – 320 1813404
balternative@hotmail.it – 393 0009589 / 348 0569469
eventi@circolocabret.com – 0984 1933300