Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Primo Piano, Video

Tell the story, Change the world. Polvere di Saverio La Ruina all’International Voices Project di Chicago

Scritto da on 7 aprile 2016 – 08:13nessun commento

E’ una delle realtà più solide e apprezzate in Italia e all’estero. Si chiama Scena Verticale, da anni realizza un festival che si chiama Primavera dei Teatri che porta in Calabria, a Castrovillari, il meglio della nuova scena italiana, oltre ad aver prodotto, nel corso del tempo, spettacoli che hanno fatto il giro del mondo, applauditi da critica e pubblico. Un progetto che inanella una nuova perla nel pingue collier di successi. Il 10 aprile infatti i nostri sbarcano negli States, a Chicago, con Polvere, il testo scritto e interpretato da Saverio La Ruina,

cuore pulsante della Compagnia con Dario De Luca e Settimio Pisano,  che ha debuttato giusto polvereun anno fa al Teatro India a Roma e poi presentato nei maggiori teatri italiani. Un testo forte, ispido, crudo, di cui abbiamo parlato più volte (leggi qui l’intervista a Jo Lattari, protagonista dello studio, e qui quella a Saverio La Ruina ), che racconta il concentrato di violenza, dominio e sopraffazione che può nascondersi dietro una coppia come tante, dietro la quotidianità fatta di parole e gesti consueti, spesso banali.

Saverio La Ruina, radici ben salde ai piedi del Pollino, uno degli artisti più premiati negli ultimi anni ( ha collezionato il Premio UBU 2007 come Migliore attore italiano e Migliore testo italiano, il Premio Hystrio alla Drammaturgia 2010, il Premio ETI – Gli Olimpici del Teatro 2007, Nomination Migliore interprete di monologo, il Premio Ugo Betti per la drammaturgia 2008, Segnalazione speciale per Dissonorata, ancora l’ UBU 2010 come Migliore testo italiano, il Premio Hystrio alla Drammaturgia 2010 per La Borto,  un UBU nel 2012, i prestigiosi Premio Annibale Ruccello ed Enriquez fino al Premio Lo Straniero nel 2015), autore e protagonista di spettacoli come Dissonorata e La Borto, rappresenta l’Italia al The International Voices Project,  festival che propone le nuove voci della drammaturgia nei cinque continenti.

Polvere (Dust) è stato tradotto in inglese da Thomas Simpson, traduttore di Pasolini,

Povere (Ph. Angelo Maggio)

Povere (Ph. Angelo Maggio)

Edoardo De Filippo, Dacia Maraini, Giorgio Strehler, ed è diretto da Anna Bahow.

Saverio La Ruina ha detto che tutto si gioca sulla prosaicità del lingaggio, su “come parola apparentemente semplici e banali possano diventare strumento di violenza” … Ad ogni cambio di frase, ad ogni scena, puoi avvertire la manipolazione delle parole più semplici….Tutto questo è sconcertante, cosa possiamo fare per migliorarlo? La consapevolezza è il primo passo per ottenere qualche risultato, e uno spettacolo come Dust può aiutare a realizzarla. Dust è un esempio di come possiamo cambiare il nostro linguaggio, di come possiamo trovare i nodi delle tensioni nelle relazioni, i segnali di pericolo e le manifestazioni degli abusi. (Sarah Koth, Dust, and the problem of Relationship Violence in Italy?)

(Ph. Angelo Maggio)