Primo Piano »

Arrivederci a presto!

3 aprile 2018 – 09:39 |

Cari amici e amiche, il nostro sito sospende le pubblicazioni.
 
Share

Leggi tutto »
Home » scienze

Occhi su Saturno, appuntamento con il pianeta degli anelli

Scritto da on 18 giugno 2015 – 11:49nessun commento

Il prossimo 20 giugno tutti a naso rivolto in sù con Occhi su Saturno, per scoprire il pianeta forse più misterioso della nostra galassia. In Calabria si potrà partecipare a questo evento, che coinvolge tutta la penisola, dai punti di osservazione di…

…Lamezia Terme al Parco Peppino Impastato, Reggio Calabria al Planetario, Cariati all’Osservatorio Astronomico Galileo Galilei presso il locale Liceo Scientifico, Conflenti in loc. Ardano con l’Associazione Pramantha.

saturn to reaSi trovano in un piccolo paese ligure le radici dell’astronomia moderna. Che molto deve a Gian Domenico Cassini, medico, matematico, ingegnere e astronomo, il cui talento superò le frontiere, raggiunse Parigi e la Corte del Re Sole, che offrì subito protezione e privilegi a questo genio delle scienze, padre di numerose scoperte scientifiche, la cui esattezza e importanza è stata confermata quattro secoli più tardi con strumenti di elevata precisione. A Cassini si deve, tra gli altri, la scoperta di quattro satelliti e della divisione degli anelli di Saturno.

Per ricordare questo scienziato che ebbe, e continua ad avere pochi rivali, il suo paese natale, Perinaldo, e l’Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali (IAPS) di Roma con il prezioso supporto di decine di osservatori astronomici, planetari e gruppi di appassionati di tutta Italia, e il patrocinio della Società Astronomica Italiana, dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, dell’Agenzia Spaziale Italiana, dell’Unione Astrofili Italiani e dell’European Astrosky Network, organizzano per il quarto anno consecutivo Occhi su Saturno.

Per una notte, lo sguardo degli scienziati, quello di poeti, scrittori, artisti, gli saturno disegno cassiniobiettivi delle sonde spaziali come quella che di Cassini porta il nome, e gli occhi della gente comune, si rivolgeranno verso il sesto pianeta del sistema solare, che Dante nella Divina Commedia colloca nel settimo cielo del Paradiso, per rappresentare la meditazione e la contemplazione, e che più tardi verrà evocato anche da Voltaire e Jules Verne, oltre che privilegiato come ambientazione dalla letteratura di fantascienza, a iniziare da Isaac Asimov in un classico come Lucky Starr e gli anelli di Saturno.

Perché il 20 giugno? Perché quella notte si potrà godere di una panorama celeste 270px-Saturn_(planet)_largeeccezionale, grazie alla bella congiunzione tra una falce di Luna crescente, Giove e Venere ad occidente e a Sud il protagonista di questo evento, Saturno. Si tratta dei pianeti visitati dalla sonda Cassini che ha sfruttato quattro gravity assist, uno dalla Terra, due da Venere e uno da Giove, per farsi “lanciare” verso il suo obiettivo, Saturno, raggiunto dopo 7 anni di viaggio e 3 miliardi e mezzo di chilometri percorsi nel Sistema Solare.

Questi 3 pianeti furono anche a lungo studiati da Gian Domenico Cassini, che a Parigi avviò uno studio sistematico del pianeta gassoso e grazie al potente cannocchiale costruito dal grande Campani, ne individuò alcuni satelliti, vide la banda scura parallela all’equatore, altre bande più chiare e mutevoli simili a quelle di Giove, descrisse la duplice struttura dell’anello e riuscì a scorgere la divisione che lo separa in due zone (nota ancora oggi come  ”divisione di Cassini”).
Genialmente l’astronomo ligure intuì che l’anello doveva in realtà essere formato da particelle di materia cosmica, così piccole e così veloci da non poter essere distinte singolarmente, come scrisse nelle sue osservazioni, che hanno fatto da trampolino a tutte le scoperte successive:

“l’aspetto dell’anello è conseguenza dell’ammassarsi di piccolissimi satelliti, i cui diversi spostamenti non sono apprezzabili separatamente”

 

Per seguire l’evento vai sul sito

http://www.occhisusaturno.it/presentazione-iniziativa/

Per seguire in tempo reale usa l’hashtag #occhisusaturno

Per saperne di più sulla missione Cassini http://saturn.jpl.nasa.gov/