Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Senza categoria

L’arte dada di Pasquale De Sensi incontra la musica di Maiole

Scritto da on 11 dicembre 2015 – 17:19nessun commento

Entrano nel vivo gli appuntamenti di fine anno del CRAC Centro di Ricerca per le Arti Contemporanee che questa sera, 11 dicembre, ospita un altro doppio evento, la personale dell’artista Pasquale De Sensi ed il live di Maiole, ancora nello spirito dell’incontro tra linguaggi artistici diversi.

pasquale de sensi The Guide (Jansen & his problem) - collage and marker - 2015 - 37x23 cmAbbiamo parlato già altre volte su queste pagine di Pasquale De Sensi, lametino, che si muove a metà strada tra mondo dadaista e punk.

Le sue opere riflettono inquietudini e spaesamento dei nostri tempi ma anche una gioiosa tensione verso la bellezza. Nonostante “le maschere antigas, i volti parzialmente nascosti, il profumo vagamente esoterico dei segni e dei simboli che attraversano la superficie delle composizioni di De Sensi, è un sottile, obliquo, forse anche misterioso senso di godimento a prevalere nel fruitore. È il piacere che l’artista prova nel tendere i suoi fili tra le immagini, il gusto della “dispositio”, del processo organizzativo, creativo e conoscitivo“.
MAIOLE - DE SENSI
Al CRAC arriva anche Maiole, classe ’95, da Caserta. Un multi-strumentista con una passione sconfinata per la disco e l’elettronica più raffinata. Studia da bambino musica classica e suona in gruppi punk, per  essere risucchiato dal vortice della musica elettronica.
Batterie post disco, linee di basso funky e synth che scandiscono melodie ricercate, definisce il suo suono prima con Pollen, EP (2014) per l’etichetta di punta della synth-wave americana Telefuture, e poi con How to Feel Warm (2015),  per l’italiana HMCF di base a Bologna. Condivide il palco con artisti come Slow Magic e Xeno & Oaklander proponendo un live dal forte impatto sonoro, suonando chitarre, sintetizzatori, percussioni e voci effettate.
Dopo due ep rilasciati nell’ultimo anno, è pronto a pubblicare il suo primo album, Last for Motifs, in uscita a Febbraio 2016 per Collettivo HMCF.
pasquale de seni senza titolo- collage and marker - 2015 - 25x17,5 cmpasquale de sensi ubermonkey undergod - collage and stencil- 2015 - 22,5x20,5 cm