Primo Piano »

Dal fumetto criminale a quello sociale, arriva a Cosenza il Festival del Paesaggio

18 settembre 2017 – 10:26 |

Il prossimo week end, dal 22 al 24 settembre, torna il fumetto a Cosenza al Festival del Fumetto Le Strade del Paesaggio, diventato uno degli spazi più interessanti dedicati al fumetto e al suo universo. Promossa da Cluster con la …

Leggi tutto »
Home » Ambiente, Architettura, Arte, Cultura, Teatro, Video

A di Città: la nuova Rosarno in un progetto selezionato al premio cheFare

Scritto da on 22 gennaio 2014 – 11:41nessun commento

Contagiare la Calabria con le buone pratiche della Rigenerazione urbana. Nasce a Rosarno, si chiama A di Città ed è l’unico progetto calabrese in lizza per la seconda edizione del premio cheFare, contest promosso dall’associazione doppiozero insieme ad un network di associazioni e imprese, da Ahref a Il Sole 24 Ore, da Tafter a Fondazione Fitzcarraldo, Enel, Regione Puglia, che vuole far emergere progetti e pratiche innovative nel settore della cultura e gli offre la possibilità di camminare con le proprie gambe con un contributo di 100.000 euro.

 

Trasformare la città in un laboratorio dove  disegnare e realizzare nuovi spazi urbani, stimolare la capacità di una comunità di crescere partecipando attivamente alla (ri)costruzione della propria vita quotidiana, del territorio, della propria economia. E’ il cuore di questo progetto voluto dopo i fatti di Rosarno del 2010 da alcuni ragazzi provenienti da tutta Italia, che ha coinvolto negli ultimi due anni associazioni, amministrazioni comunali, cittadini e prodotto un festival, il Festival della Rigenerazione Urbana, che ha fatto incontrare e dialogare la cittadina della Piana con artisti, architetti, creativi italiani e stranieri.

adicittà1adicittà2

 

Nei giorni del festival Rosarno si è trasformata in una casa-laboratorio, in cui viene pensato e messo in atto un altro modo di vivere lo spazio pubblico, puntando su spazi collettivi e multiculturalità, sull’Arte, l’Architettura, l’Ambiente e l’Agricoltura.

 

Il progetto lancia una sfida al territorio, scommette sui cittadini stimolandoli ad esprimersi sui loro bisogni ed a  scegliere i luoghi in cui intervenire, rendendoli protagonisti del cambiamento. Cosi artisti, artigiani, casalinghe, studenti, operatori sociali di Rosarno si incontrano con  professionisti esterni (docenti universitari, architetti e urbanisti, artisti, collettivi di design, attori e danzatori) per riflettere sul nuovo volto della città.

Il motore di tutto sono i workshop, i Cantieri Aperti, il progetto di Arte urbana condivisa, laboratori di teatro-danza e di agricoltura solidale, attraverso i quali si sperimenta anche un diverso modello economico nel territorio.

Per allargare lo spazio di riflessione e condivisione A di Città si appoggia alla piattaforma web RisorgiMentiLab, che unisce chi ha il desiderio di sperimentare dal basso la Rigenerazione nella propria via, quartiere, città -e non ha ancora gli strumenti per iniziare-  a chi cerca una collaborazione, un’occasione di lavoro, un’esperienza nel campo della Rigenerazione urbana, economica e sociale, che ha messo in campo svariati progetti rivolti ai giovani e le loro famiglie, scuole e associazioni della regione .

adicittà3adicittà4

 

Per votare il progetto collegati su http://www.che-fare.com/progetti-approvati/a-di-citta/, registrati e poi conferma il voto.

In bocca al lupo, ragazzi!