Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Teatro

Calàbbria Teatro Festival: quattro giorni di teatro e cultura a Castrovillari

Scritto da on 21 novembre 2011 – 11:00nessun commento

Dal 24 al 27 novembre 2011 il Calàbbria Teatro Festival propone al Protoconvento francescano di Castrovillari quattro giorni di arte, cultura, teatro, artigianato e gastronomia.

L’associazione culturale Khoreia 2000 di Castrovillari, sotto la direzione artistica di Rosy Parrotta e la direzione organizzativa di Angela Micieli, organizza l’evento proponendo ogni sera uno spettacolo teatrale, incontri culturali pomeridiani, mostre, stand informativi, culturali e gastronomici.

La poetica del festival è ben spiegata nelle parole del direttore artistico Rosy Parrotta : “Nel vortice della globalizzazione poco spazio trovano le origini. E così, quanto conosciamo la terra di cui siamo frutto? Proiettati verso mete oltre confine ignoriamo le nostre radici. In questo momento di grande crisi, però, sarebbe opportuno fermarsi e osservare il nostro passato e il nostro presente. Il teatro diventa così lo specchio della Calabria di ieri, della Calabria di oggi e della Calabria di domani, con un ampio spazio dedicato all’intercultura. Da questa esigenza nasce il Calàbbria Teatro Festival. Guardarsi allo specchio con la stessa “intimità” con cui le tradizioni sono custodite nel territorio e nella sua storia. E allo stesso tempo, condividere con altri quello sguardo, poiché le tradizioni sono, per loro medesima natura, patrimonio culturale collettivo della popolazione. Raccolti davanti allo specchio/teatro, raccolti vicini intorno al focolare/teatro catturati da quella fiamma/spettacolo che si muove, cambia, fa rumore e che con insistenza arde per  sopravvivere. La tenacia e la caparbietà del fuoco dell’arte è lo spirito del nostro progetto e di tutti coloro che, nonostante i possibili venti contrari, hanno contribuito alla sua realizzazione”.

Il programma del festival propone  al Teatro Sybaris con inizio alle ore 21, giovedì 24 lo spettacolo di Khoreia 2000 – Gottu e novi fora malucchiu , venerdì 25 Teatro Studio Mediterraneo con Aspettando ancora Garibaldi, sabato 26 la Piccola Compagnia del Teatro con Riuniti n’to’ spitali, domenica 27 alle ore 20.00 – La Kasbah/Centro RAT/Teatro dell’Acquario con Il Sipario Strappato.

Inoltre incontri sugli autori e il teatro calabrese e in arbëreshë, performance, mostre e Calàbbria Visioni e stand si gastronomia e artigianato dalle 17 alle 21. Il Gruppo Archeologico del Pollino, venerdì 25 e sabato 26 dalle 18.30 alle 20.30 e domenica dalle 18.00 alle 20.00 invita ad una visita al museo archeologico.

Altre Info: http://calabbriatf.altervista.org/index.html