Primo Piano »

Arrivederci a presto!

3 aprile 2018 – 09:39 |

Cari amici e amiche, il nostro sito sospende le pubblicazioni.
 
Share

Leggi tutto »
Home » Teatro

Si conclude EDEEP, il Laboratorio teatrale del Tropea Teatro Festival

Scritto da on 15 novembre 2011 – 08:22nessun commento

 

Si è tenuto nei giorni scorsi a Vibo Valentia per concludersi sabato 12 novembre con la presentazione di uno studio aperto al pubblico, EDEEP, il Laboratorio di improvvisazione e tecniche teatrali condotto da Fortunato Cerlino, liberamente tratto da Edipo re, di Sofocle.

 

Un progetto del Tropea Teatro Festival – Festival di Teatro e nuovi linguaggi-  ideato e diretto dalla regista Ester Tatangelo e sostenuto, nell’ occasione, dal Comune di Vibo Valentia,  Assessorato alla Cultura e Assessorato alle Politiche Giovanili, in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Vibonese.

Il territorio ha risposto con entusiasmo all’iniziativa e tra le decine di domande pervenute sono state selezionate quelle di 21 allievi che in dieci giorni si sono sottoposti con passione e dedizione ad un training fisico e mentale anche impegnativo, analogo a quello adottato dagli attori nel processo di creazione artistica.

<<I nostri Laboratori -dichiara la direttrice artistica del TTF, Ester Tatangelo – sono una modalità per accostare giovani studenti, universitari, adulti, professionisti alla disciplina dell’attore, un’occasione di incontro per  indagare sulle tecniche di recitazione, imparare a leggere il presente attraverso testi drammaturgici con il fine di superare blocchi espressivi, sperimentare le proprie capacità creative in armonia con quelle degli altri e acquisire gli strumenti per una visione consapevole e contemporanea del linguaggio teatrale. 

 

Il risultato finale del training è stato lo studio presentato al pubblico il 12 novembre nel Teatrino del Complesso Valentianum; una performance teatrale e professionale sia sul piano dell’allestimento sceno-tecnico che sul piano dell’impegno profuso dagli allievi, accolta dal pubblico – numerosissimo – con entusiasmo contagioso.  Fondamentale per la realizzazione dell’iniziativa è stato il sostegno delll’ Assessorato alla Cultura e dell’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Vibo Valentia, che hanno creduto nelle potenzialità del progetto, adoperandosi per offrire a studenti e professionisti l’opportunità di un’esperienza formativa  guidata da un professionista del teatro quale è il regista-attore-pedagogo Fortunato Cerlino. Va ringraziato pure il Sistema Bibliotecario Vibonese, che ha fornito un valido supporto organizzativo>>.

Si dichiara decisamente soddisfatto per i risultati raggiunti anche Fortunato Cerlino.

<<Nella mia attività didattica ho avuto modo di constatare come le tecniche del training degli attori siano efficaci per prendere  coscienza di sé in relazione agli altri e alle proprie potenzialità espressive.

 

Il gruppo di Vibo ha risposto in tempi rapidi alle suggestioni e agli stimoli del lavoro proposto, dimostrando di sapersi confrontare su quelle che, normalmente, vengono vissute sul  piano psicologico come carenze,  si è appropriato delle tecniche ludiche proposte voracemente, dando vita a momenti intensi di condivisione e gioco.

 

Non ho avuto molta difficoltà, quindi, a trasmettere l’attualità delle tematiche di un testo solo apparentemente lontano da noi, come Edipo Re di Sofocle. Nel lavoro di regia della performance studio finale, sviluppato con Ester Tatangelo, ci siamo occupati di raccogliere le proposte scaturite dal gruppo, stimolate dal lavoro svolto. Pur essendo consapevoli del fatto che, in un percorso di dieci giorni, non si può arrivare ad un risultato professionale, ritengo che l’obiettivo raggiunto sia in ogni caso ricco di generosità e volontà di esprimere le proprie qualità umane ed intellettuali>>.