Primo Piano »

Arrivederci a presto!

3 aprile 2018 – 09:39 |

Cari amici e amiche, il nostro sito sospende le pubblicazioni.
 
Share

Leggi tutto »
Home » Cultura, Libri, Musica, Teatro

Tabularasa Festival, conversazioni sul contemporaneo e sul giornalismo 2.0 a Reggio Calabria

Scritto da on 3 luglio 2013 – 11:51nessun commento

E’ stato inaugurato lo scorso 28 giugno 2013 ed andrà avanti per tutto il mese di luglio Tabularasa, il festival, promosso dall’Associazione Urba e dal quotidiano on line Strill.it, che parla del nostro tempo e del ruolo assunto dall’informazione giornalistica nella sua narrazione.

 

LogoTabularasa_OK2Cento eventi tra incontri, concerti, spettacoli e spazi riservati ai bambini, che si svolgeranno tra Reggio Calabria, Gambarie D’Aspromonte, Gerace, Gioia Tauro, Palizzi, Rosarno, San Giorgio Morgeto, Villa San Giovanni e Lipari, declinati intorno al tema conduttore di questa edizione, il vuoto. Vuoto esistenziale, etico, politico e sociale, che ci pervade giorno dopo giorno, lasciandoci svuotati nell’assenza di sogni, prospettive, di un futuro.  Ma anche inteso come prospettiva aperta ad ogni possibilità, sfida alla reazione lanciata dalla periferia  a tutto il Paese.

 

Il contest, anticipato dall’incontro tra lo scrittore Roberto Sabiano e Federico Cafiero De Raho, Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, lo scorso 15 maggio, spazierà su temi diversi ma di sicura emergenza nell’agenda politica e nel dibattito sociale.

 

A magistrati noti per il loro impegno civile oltre che professionale è affidato l’arduo compito di alzare il velo che copre le vicende più buie della nostra storia più recente. Ferdinando Imposimato, che si è occupato dei processi per terrorismo più importanti del dopoguerra (dal caso Moro all’attentato al Papa), si soffermerà sulle stragi impunite che hanno lacerato gli ultimi decenni della storia italiana (9 luglio) insieme a Piergio Morosini , cui è stato affidato il processo a Palermo sulla trattativa Stato –mafia (16 luglio) ed a Rosario Priore, che ha firmato la sentenza di primo grado sulla strage di Ustica, ancora avvolta dal mistero dopo 33 anni (21 luglio), mentre Nicola Gratteri discuterà della riforma della normativa penale vigente  (2 luglio).

 

Di fronte alla crisi economica, sociale e politica che dilania l’Italia, toccherà allo storico Guido Crainz e a Paolo Mieli, già direttore del Corsera, parlare, una volta tanto, del Paese reale (5 luglio), aprendo la strada alle testimonianze di chi abbandona tutto per trasferirsi all’estero, come Luisa Trojanis, tour operator in Lapponia (6 luglio) o di chi decide di restare, come Pino Aprile (7 luglio).

 

Al ruolo dell’informazione sono riservati gli incontri con Umberto Ambrosoli (18 luglio) e con Arcangelo Badolati, Filippo Veltri, Peppe Baldessarro, Antonino Monteleone e Lucio Musolino, che discutono di giornalismo in Calabria (19 luglio). Spetta ai giornalisti e  bogger Luca De Biase, Gabriel Kahn, Antonio Rossano, Carlo Giua, Luigi Scorza soffermarsi sui mutamenti epocali intervenuti nel mondo dell’informazione grazie all’ingresso sulla scena del Web e dei nuovi media, alla crisi dei media mainstream ed alla necessità di trasformarsi per sopravvivere, all’espansione degli spazi partecipati, ai rischi e pericoli che possono discenderne (20 luglio).

 

Il 17 luglio serata dedicata al Premio “Strillaerischia” che premia tre giornalisti che hanno rischiato la vita pur di portare a termine il loro compito, quello di informare il pubblico sui fatti. Il riconoscimento per questa edizione, che diventa internazionale, è conferito a  Eric Frattini, Anna Migotto, Susan Dabbous.

 

<<Mentre il Paese non si occupa della Calabria, dalla Calabria è possibile occuparsi del Paese. Dalla Calabria vogliamo occuparci dell’Italia e delle sue tematiche più scottanti, al fine di offrire centralità ad un territorio abitualmente tagliato fuori dai circuiti culturali>>, così spiegano Raffaele Mortelliti e Giusva Branca le motivazioni del contest che anche quest’anno si preannuncia ad altissimo tasso di interesse e di partecipazione.

 

 

Per il programma completo e tutte le info vai al sito

http://www.tabularasafestival.com/