Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Musica, Teatro

Tutto al femminile l’inaugurazione del Festival d’Autunno a Catanzaro

Scritto da on 31 ottobre 2010 – 03:18nessun commento

Due appuntamenti dedicati alle donne aprono a Catanzaro il Festival d’Autunno i prossimi 4 e 5 novembre 2010

Tre cantanti ed un’attrice di talento sono le protagoniste di “Donna che parla in fretta”, spettacolo ideato e scritto da Francesco Barbaro insieme a Gino Castaldo, critico musicale di “Repubblica”, che si terrà venerdì 5 novembre 2010 all’Auditorium Casalinuovo di Catanzaro (h.21).

Lo spettacolo, ispirato dall’omonimo brano di Marina Rei (inserito nell’album MUSA), che ne ha tratto il testo da “Woman who speak fast”, della poetessa americana Anne Waldman, icona della Beat Generation,  propone un ritratto “a tinte forti” dell’universo femminile.

Un viaggio di parole e musica tra le donne di tutti i continenti  nel quale  Marina Rei ha coinvolto le cantanti Paola Turci e Nada e l’attrice Mariella Lo Giudice, da sempre impegnate sui temi dei diritti delle donne e dell’identità di genere.

Marina Rei, artista poliedrica che nel corso degli anni ha saputo farsi apprezzare per le sue proposte musicali e per le doti di batterista, si è messa in evidenza  nel 1995 con il suo primo l’album “Marina Rei”. Da allora è stato un susseguirsi di successi e di riconoscimenti che l’hanno portata ad occupare un posto di tutto rispetto nel panorama musicale italiano ed internazionale anche grazie a collaborazioni eccellenti (Carmen Consoli, Daniele e Riccardo Sinigallia, Cristiano Godano dei Marlene Kuntz).

Un cammino costellato di grandi successi anche quello di Nada, giovane astro del pop italiano dopo aver debuttato a Sanremo nel lontano 1969, a soli quindici anni, con “Ma che freddo fa”, divenuta nel corso del tempo una delle “signore” della canzone d’autore,  riuscendo a trovare una dimensione artistica nuova e più impegnata soprattutto nel teatro, dove si è fatta apprezzare per le sue qualità di interprete recitando con Giulio Bosetti ne “Il diario di Anna Frank” e con Dario Fo ne “L’opera dello sghignazzo”, tratto da “L’opera di tre soldi di Brecht.

Cantante tra le più apprezzate della musica italiana è anche Paola Turci, che dopo il fortunato debutto a Sanremo nel 1986, intraprende una carriera contrassegnata da momenti anche drammatici (è noto l’incidente stradale che l’ha tenuta ferma per alcuni anni) ma sempre improntata ad una cifra stilistica originale, graffiante ed impetuosa, che viene fuori soprattutto nei concerti, sostenuta da un forte impegno civile e sociale.

Ad affiancare le tre cantanti in “Donna che parla in fretta”, è l’attrice Mariella Lo Giudice che, sin dall’età di dieci anni, ha rivelato il suo grande talento, facendosi apprezzare subito da artisti come Turi Ferro ed Umberto Spadaro, e la sua versatilità, espressa tanto sul palcoscenico che davanti alla cinepresa.

La performance è preceduta giovedì 4 novembre (h.18) da un incontro dibattito su “Essere donna nel terzo millennio” ospitato presso la Casa delle Culture della Provincia di Catanzaro.

“L’impegno sociale – afferma Antonietta Santacroce, direttrice artistica del Festival – incontra la musica ed il teatro in un evento di grande impatto che vede protagoniste quattro grandi artiste”.

Il biglietto di “Donna che parla in fretta” è di € 30,00 e  potrà essere acquistato presso la sede del Festival sita in Via Spasari, 15 (tra la Provincia e la galleria Mancuso) oppure con l’acquisto on line, attraverso carta di credito e Postepay, e con le stesse modalità sul sito www.festivaldautunno.com .

Maggiori info su

www.festivaldautunno.com

info@festivaldautunno.com

Tel. 389.0931362