Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Teatro

Un progetto di teatroterapia per malati psichiatrici ed oncologici a Cosenza

Scritto da on 16 maggio 2012 – 07:37nessun commento

Itinerari Sperimentali presenta sabato 19 maggio 2012 alle ore 18.00 presso il Cinema Teatro Italia “A. Tieri” di Cosenza lo spettacolo “l’amor che move il sole e le altre stelle e … ancora danzo la vita aspettando un treno”.

L’iniziativa è realizzata dall’organizzazione di volontariato Itinerari Sperimentali nell’ambito di un progetto finanziato dall’ASP di Cosenza, rivolto ad utenti del Dipartimento di Salute Mentale di Cosenza e del Servizio di Psico-Oncologia.

 

Il testo drammaturgico è tratto dal libro di Wilma Pellegrini “Io il Cancro e …la Vita” , dai racconti di Cristian Caruso, elaborati da Fausto Piacenza, e da aneddoti personali dei partecipanti ed  è incentrato sul nuovo rapporto che l’individuo instaura con la propria vita dopo aver avuto una diagnosi di cancro.

 

<< E’ il momento più difficile -afferma la dott.ssa Anna Maria Di Rosa, sceneggiatrice e presidente di Itinerari Sperimentali – alla comunicazione di una diagnosi così dura la persona cade in un particolare stato d’animo: avverte forse per la prima volta come il tempo sembri sospeso, come non riesca a fluire in modo naturale. Il pensiero è bloccato sulla malattia e sembra non avere un orizzonte, un altrove verso cui dirigersi>>.

 

La condizione di essere affetto da una patologia grave pone l’individuo di fronte a dei grandi problemi ma la speranza correlata con il progredire delle terapie non viene meno e la vita assume un nuovo significato.  <<Nel nostro lavoro teatrale -continua la dott.ssa Di Rosa-  abbiamo voluto rappresentare proprio questo momento, proprio come questa esperienza doni una nuova sensibilità e capacità alle persone. Dopo si è più recettivi nell’apprezzare l’attimo fuggente, il desiderio di colmare il tempo a disposizione con azioni significative e dense dal punto di vista affettivo e relazionale. E’ stato un impegno in cui ognuno ha profuso il massimo affinchè arrivasse al pubblico un messaggio profondo ma non violento e soprattutto carico di speranza>>.

Lo spettacolo, organizzato e gestito da Itinerari Sperimentali, associazione nata nell’aprile del 2007 con l’obiettivo  di incrementare la pratica del Teatro a scopo riabilitativo e terapeutico tra le persone sofferenti per disagio psichico e sociale, vedrà sul palcoscenico operatori sociali, volontari e utenti del Centro di Salute Mentale di Cosenza.

Lo spettacolo è diretto da due registi calabresi, Jerry Mussaro e Ferruccio Stumpo, ed è realizzato con il sostegno del Comune di Cosenza e dell’Azienda Amaro Silano.

Ingresso libero.

Per info e contatti : 320 6580815 Itinerari Sperimentali