Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Tradizioni

Corsi di musica e danza popolare al Conservatorio di musica popolare di Isca sullo Ionio

Scritto da on 31 ottobre 2010 – 03:18nessun commento

Al via i Corsi di Musica e Danza presso il Conservatorio di Musica Popolare della Calabria “A. Procopio”di Isca sullo Ionio (CZ)

Dopo la pausa estiva riprendono dal 13 novembre 2010 i Corsi di musica e danza popolare calabrese che si terranno nel Conservatorio di Musica Popolare della Calabria “A. Procopio”di Isca sullo Ionio, struttura nata grazie ad un piccolo finanziamento della Regione Calabria ed ai sacrifici dei soci dell’A.R.P.A. (Associazione di Ricerca Produzione ed Animazione del territorio) e dell’Amministrazione Comunale.

Il Conservatorio è da considerare un polo di notevole interesse nel campo del recupero  del “bene culturale immateriale”,  molto più comunemente definito con il termine “tradizioni popolari”.

Giunto alla seconda edizione, il progetto promosso dall’Associazione A.R.P.A. ha inteso sin dall’inizio evidenziare come la musica popolare possa essere rivitalizzata, o meglio rifunzionalizzata, con l’obiettivo di farla diventare un volano per l’economia delle aree interne della Calabria e che essa, in ogni caso, non può essere decontestualizzata dal territorio.

Da qui l’esigenza di ri-collocarla all’interno del contesto che le è proprio, quella della festa e dei suoi  rituali, di cui “il suonatore” è uno dei protagonisti indiscussi.

Il Conservatorio comprende, oltre alle aule didattiche, un laboratorio per la costruzione di strumenti tradizionali ed alcune sale nelle quali sono esposte una mostra fotografica, realizzata con gli scatti di Angelo Maggio e Luigi Briglia, oggetti usati nelle feste e strumenti musicali della tradizione calabrese,  curata da Antonio Critelli, apprezzato costruttore di zampogne e pipite oltre che dello strumento principe del folk revival calabrese che è la lira.

Lo svolgimento dei corsi (organetto, tamburello, lira calabrese, danza ecc.) è affidato a due musicisti di valore come Sergio Schiavone e Mimmo Audino, ambedue componenti del gruppo Marasà, con la preziosa collaborazione di Mimmo Morello e Diego Pizzimenti, due suonatori tradizionali che Bela Bartok  non avrebbe avuto difficoltà a definire “alberi di canto” (se non fosse per la loro età).

Per info e iscrizioni:
info@conservatoriopopolare.it
infoline: 096756357 – 3807956674